Bettini, il teorico dei giallorossi apre a Forza Italia. I grillini tentati: dobbiamo durare, abbiamo il mutuo

In Senato i numeri traballano e i 5 Stelle non vogliono dire addio all'onorevole stipendio: "Il Cavaliere ci salvi". Il Pd spera di marginalizzare i pentastellati e ora sogna il rimpasto: ma anche Giuseppi andrebbe sostituito

«Bisogna tenere in piedi la legislatura ad ogni costo. Anche per ragioni umane: qui c'è tanta gente che ha acceso un mutuo e ora deve pagarlo». La confessione a cuore aperto (ma dietro giuramento di anonimato) di un parlamentare grillino illustra con chiarezza quanto sia fragile il muro ufficialmente eretto dai Cinque Stelle contro la collaborazione parlamentare con le opposizioni, Forza Italia in testa.

In realtà, i giallorossi sono tutti appesi al Cavaliere: la maggioranza, alla vigilia di un nuovo scostamento di bilancio e del varo della manovra, deve fare i conti con una realtà molto semplice: in Senato non ha i numeri. E, senza l'aiuto di Forza Italia, il rischio di uno schianto parlamentare si fa assai realistico.

Il Pd lo chiede esplicitamente: Berlusconi ci dia una mano. E con Goffredo Bettini spalanca le porte alla collaborazione politica con l'ex arcinemico, invitando Conte a «raccogliere con generosità i contributi delle forze politiche consapevoli e democratiche, che sinceramente intendono dare una mano».

Ma persino in casa Cinque Stelle, dove la linea ufficiale è «giammai con Berlusconi», la linea ufficiosa è «Berlusconi ci salvi». L'anonimo deputato grillino spiega bene le priorità etico-politiche che spingono la truppa parlamentare pentastellata ad affidarsi alla benevolenza del Cavaliere. Il terrore di tornare a fare i lavavetri ai semafori, e col mutuo dell'accogliente pied-à-terre romano nuovo di zecca sulle spalle, fa decisamente premio sulle remore anti-berlusconiane. Del resto si era già capito quando i Cinque Stelle, zitti e muti (persino l'impavido Dibba), hanno lasciato passare l'emendamento pro Mediaset che il premier Conte ha voluto far inserire nel decreto Covid, per proteggere le tv berlusconiane da scalate estere. Una chiara captatio benevolentiae verso Forza Italia, che nelle intenzioni di Palazzo Chigi dovrebbe funzionare come guinzaglio: se Fi dà un aiutino sottobanco al governo, la protezione viene attivata. Se smette, lo scudo può sempre essere tolto.

Solo che i berlusconiani non sembrano disponibili al do ut des proposto da Conte dietro le quinte. E hanno subito rilanciato: pubblicamente, con la proposta di Tajani, benedetta da Berlusconi, di scrivere insieme la futura manovra post-pandemia. Ufficiosamente, spiegando al Quirinale che non è più tempo di aiuti sottobanco per tenere in piedi il traballante Conte, senza avere voce in capitolo sulle fondamentali scelte politiche del governo. E anche sulla sua composizione: per affrontare la drammatica emergenza in corso, serve anche una squadra in grado di farlo. E l'attuale governo Conte non è palesemente in grado. Non è dunque un caso se domenica il segretario Pd Zingaretti si è sperticato in lodi e aperture al Cavaliere, auspicando di unire le forze «e lavorare insieme per salvare l'Italia». E se ieri Goffredo Bettini ha ulteriormente rilanciato, parlando esplicitamente di rimpasto: «Occorre superare ogni prudenza o valutazione di opportunità e chiamare anche all'interno del governo le energie migliori per competenza e forza politica». Non si tratta di «allargare o cambiare la maggioranza», spiegano al Nazareno, ma di prendere atto che «la situazione è drammatica», l'esecutivo non ha saputo fronteggiare la seconda ondata Covid, e «se la macchina resta così, rischia di andare fuori strada».

Per il Pd, la sponda di Fi sarebbe essenziale per rendere centrale il proprio ruolo (su governo, legge elettorale, Quirinale) marginalizzando M5s. E approfittando della debolezza anche internazionale di Conte, spiazzato dal cambio della guardia alla Casa Bianca. Il reggente grillino Crimi dà l'altolà al dialogo con Berlusconi, ma si tratta di una posizione di bandiera. Le chat dei parlamentari grillini restano in silenzio per tutta la giornata. Nella truppa M5s i contiani lanciano il sospetto di «una manovra per liberarsi di Conte». La linea concordata nei gruppi parlamentari segue questo ragionamento: «No all'ingresso di Berlusconi in maggioranza, ma sì alla collaborazione sui singoli provvedimenti». Perché anche dalle parti del M5s sono preoccupati per la tenuta in Senato. Un deputato fa di conto: «Sarebbe ipocrita dire che non abbiamo bisogno di voti e che la maggioranza sia salda, i numeri in Senato sono un problema». L'unico timore sono le reazioni dei malpancisti che fanno capo a Di Battista: «Magari guadagniamo venti voti di Fi, ma ne perdiamo dieci dei nostri», spiegano. La priorità, però, resta la stabilità della legislatura. E soprattutto del mutuo.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 17/11/2020 - 10:11

babbei comunisti grulli, ora credo che abbiate capito perchè FI con un 6% può essere determinante in parlamento? :-) buffoni che non siete altro!!! ma fatela finita di attaccare berlusconi ogni mattina e ogni sera!!! siete malati psicotici! avete problemi con la realtà! non siamo in un film, ma siamo in un mondo, dove ci sono altre persone che vivono e convivono con la stupidità come la vostra!!! e finitela veramente!!!!! dimenticate l'ideologia comunista e provate a cambiare la prospettiva politica! non vi dico che dovete per forza stare con berlusconi, ma abbiate almeno il rispetto per l'avversario, e non l'odio!!!

Neb

Mar, 17/11/2020 - 10:17

Non occorre una "testa d'uovo" per chiedere a Forza Italia di dare una mano alla banda Conte, sono già pronti da tanto. Sa, però, la testa d'uovo(?) casa deve garantire a Forza Mediaset, scusate ho commesso un errore (in)volontario, volevo dire Forza Italia:

zen39

Mar, 17/11/2020 - 10:26

E già gli italiani non avevano capito che le stelle cadenti erano entrati in politica per procurarsi un posto di lavoro. Berlusconi è troppo generoso e dovrebbe ricordarsi cosa è stato detto su di lui in parlamento e fuori e con quale violenza. Che non dia le perle ai porci. Questo novello "partito" si sta estinguendo come è giusto che sia: non solo ha tradito i suoi ideali ma ora sta facendo l'accattone. Non ha più nessuna dignità: sparisca con tutti i suoi amici cinesi ai quali sta vendendo le l'Italia pezzo per pezzo come il peggior nemico della patria.

Giorgio Colomba

Mar, 17/11/2020 - 10:37

Dopo decenni di gogna politica, mediatica e giudiziaria, giunto ormai ad una soglia anagraficamente rilevante, un Berlusconi comprensibilmente addolcito verso i suoi nemici di sempre non deve cadere nella trappola di una Sindrome di Stoccolma biunivoca in cui anche i carnefici s'incapricciano della vittima, ma solo perché indispensabile alla loro sopravvivenza.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Mar, 17/11/2020 - 10:59

Non hanno capito niente! Come possono pensare ad accordi? Il sovranismo non fa accordi, lasciamo ai democratici questi giochetti che IL CAPITANO guarda con sovrano disprezzo. Nessun accordo: devono sparire!

rosalba cioli

Mar, 17/11/2020 - 10:59

credo che neppure si debba essere grati per il grazi ormai fuori tempo massimo, basti pensare quante e quali azioni sono state agite nei confronti di Berlusconi (che addirittura hanno privato del Cavalierato) Ora è vero che il bene della Nazione deve essere la cosa più importante per il politico e per la politica ma attenzione alle trappole che la sinistra solitamente posta, sono bravi bracconieri, sanno cacciare senza documenti necessari per essere in regola.........loro fanno e basta

rosalba cioli

Mar, 17/11/2020 - 11:01

perché non elezioni subito, con gestione super veloce di tutto, le teste pensanti il Italia ci sono, basta saperle intercettare!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 17/11/2020 - 11:03

GIORGIO COLOMBA non è che sia lui ad essere addolcito, è la sinistra che si è addolcita, viste le loro risicatissime prospettive di restare attaccati alla poltrona.... :-) se vogliono restare ancora li, devono per forza piegare a berlusconi, e alle sua condizioni... un po come il detenuto che davanti alla prospettiva di una morte certa, preferisce essere impiegato come vuole il suo peggiore nemico : questa si chiama vigliaccheria, e il PD ha pienamente dimostrato di essere vigliacca :-) a berlusconi non dispiace, perchè non ha nulla da nascondere !

IronHandIronHead

Mar, 17/11/2020 - 11:07

O si fa il governo di Unità Nazionale con a capo Draghi e ministri competenti (non necessariamente tecnici, ma competenti si) o si va alle elezioni. L'aiutino sotto banco a questi imbranati non si deve dare se si tiene al Paese e al libero futuro della nostra Gioventù! Viva l'Italia!!

Mborsa

Mar, 17/11/2020 - 11:38

Il tentativo di "comprare" l'appoggio di FI con l'emendamento pro Mediaset è semplicemente demenziale. Questo governo deve fare due cose: primo, chiedere ufficialmente l'appoggio della opposizione; secondo, smentire la dichiarazione che questa maggioranza si pone l'obbiettivo strategico di durare fino fine legislatura. Non si può coinvolgere l'opposizione senza rimuovere il vincolo no-elezioni fino a primavera 2023.

Manlio

Mar, 17/11/2020 - 11:51

Incredibile ! Non aspettiamo altro che una rara preziosa possibilità di far cadere questo governo di impreparati e se dovesse avvenire, allora andiamo ad aiutarli ???? Ma siamo fuori di testa ? Tutto solo per un desiderio di protagonismo ? Quanti voti ancora Forza Italia deve perdere per rinsavire ?

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Mar, 17/11/2020 - 12:12

Questa è una catto-democrazia, compra i voti con la politica di bilancio, ammassa parassiti in burocrazia e i debiti poi li fa pagare a chi lavora con rischio d'impresa. Ormai siamo una repubblichetta fascio/comunista latino americana. Basta così.

Happy1937

Mar, 17/11/2020 - 12:22

Illusione! Berlusconi sa benissimo che se salva questi scostumati lo salutiamo e ce ne andiamo.

DRAGONI

Mar, 17/11/2020 - 12:37

HANNO BISOGNO EVIDENTEMENTE DI UN SALVA POLTRONE PER NON PERDERE I LORO PRIVIEGI!!

agosvac

Mar, 17/11/2020 - 13:01

Francamente dubito che Berlusconi sia disposto a dare una mano a questo Governo barzelletta, del resto lo ha già detto chiaramente che il centro destra è e sarà unito. L'unica soluzione sarebbe che Conte si dimettesse. Ma non basterebbe: Mattarella dovrebbe finalmente concedere le elezioni.

Giorgio Colomba

Mar, 17/11/2020 - 13:02

Mortimermouse 11.03, lo scopo di un'opposizione di centrodx, FI inclusa, dovrebbe essere rimuovere la sinistra dal governo, non lasciarvela, sebbene alle condizioni poste da un pur padre nobile del centrodestra come Silvio. Il Cavaliere pugnace di qualche lustro fa non avrebbe concesso nulla a questi poltronari abusivi, ed infatti venne messo sotto tiro da sinistra, Ue, stampa, media e "tradito" finanche alleati ambiziosi tipo Fini, Casini, Alfano ecc..

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Mar, 17/11/2020 - 13:39

L'orgia del potere e tenere certa cadrega attaccata alle proprie auguste terga, rispettare obtorto collo quello che il solito duo franco-tedesco pretende da questo governo, induce a fare passi come questi che, poco tempo fa, avrebbero provocato contumelie incrociate di grande spessore. Adesso che anche i 5s si sono "partitizzati" e stanno assaporando l'importanza della cadrega adiacente al classico "tengo famiglia" etc. non son più così pragmaticamente ostili ad aiutini esterni pur di rimanere incollati alla cadrega fino al 2023. "Legislatura avanti a ogni costo. Ragioni umane, abbiamo il mutuo". Fosse vera sta cosa, saremmo al prevalere degli interessi privati a discapito di quelli pubblici, più o meno.

Triatec

Mar, 17/11/2020 - 13:49

Fin dal 1994 PDS, DS oggi PD hanno usato ogni nefandezza pur di stroncare Berlusconi. Espulso dal parlamento sbeffeggiato e cacciato ai servizi sociali. Oggi, con la loro faccia di tolla, facendo finta che non sia successo niente, chiedono aiuto al cavaliere, sapendo che lui è la parte molle del centro destra. Per il senso di dovere nel momento critico in cui ci troviamo, per aiutare l'Italia Berlusconi cederà tenendo in in vita questo governo di incapaci.

Ritratto di moshe

moshe

Mar, 17/11/2020 - 13:59

giallorossi SEMPRE PIù CxxO E CAMICIA CON UN NOTISSIMO VOLTAFACCIA DEDITO AGLI INCIUCI !!!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 17/11/2020 - 14:03

GIORGIO COLOMBA se fosse stato come lei pensa, a quest'ora stavamo a fare la guerra civile, perchè alla sinistra non accettano di essere messi da parte, e vedono quelle mosse che hai descritto come un tentativo (mal interpretato ovviamente) come un colpo di stato stile fascista.... per questo berlusconi si è sempre mosso entro una cornice di legalità e di democrazia, rispettando anche gli avversari, e dimostrando come la sinistra non rispetta l'avversario :-)

Giorgio Colomba

Mar, 17/11/2020 - 16:20

Mortimermouse 14:03, la sinistra "non accetta di essere messa da parte"? Tenuto conto che nell'ultimo ventennio il centrodx ha governato per quasi la metà del tempo senza guerre civili alle viste - tranne quelle cigielline di Cofferati&Co e soprattutto quelle degli "alleati" stessi di FI - credo sia un'affermazione un po' avventata. Del resto non mi sembra che Salvini e Meloni manchino di rispetto agli avversari, solamente cercano di ripagarli con la stessa, un po' ruvida moneta :-)