Stepchild adoption? Serve solo per 529 casi

I dati Istat smentiscono la teoria dei 100mila figli di coppie gay

Stepchild adoption? Serve solo per 529 casi

"I figli di coppie omosessuali sono 100mila". Questa è la cifra che il mondo omosessuale sbandiera per sostenere la stepchild adoption inserita nel ddl Cirinnà sulle unioni civili. Ma è davvero così? Il giornale della Cei, l'Avvenire, ha smontato, cifre alla mano, questa ennesima bugia che il mainstream mediatico vorrebbe far passare come verità.

Dall'ultimo censimento Istat, datato 2011, sebbene non vi sia un numero preciso dei minori che vivono con coppie omosessuali, si evince, infatti, che dei 16 milioni 648 mila nuclei familiari censiti quelli monogenitoriali sono 2 milioni 651 mila, mentre gli altri 13 milioni 997 mila sono i nuclei in cui è presente una coppia con uno o più figli. Tra queste le coppie eterosessuali sono 13 milioni 990 mila, quelle omosessuali 7513. Fra queste ultime 7513, ce ne sono 529 con figli.

Sebbene, infatti, non sia possibile avere una stima precisa dei figli di coppie omosessuali, se si considera che la media nazionale è di 1,5 figli a famiglia, la cifra totale passa da 529 a 793 e, anche ipotizzando che ogni coppia due figli si arriva a 1.058. Se, poi, consideriamo anche il 15% di coppie gay con figli che non hanno voluto dichiarare il loro orientamento sessuale, la cifra complessiva risulta essere sempre molto al di sotto dei 100mila. Questi dati, quindi, allontanano la teoria dei sostenitori della stepchild adoption e avvalorano la tesi che l'articolo 5 del ddl Cirinnà sia stato inserito solo per consentire, attraverso vie traverse, l'utero in affitto.

Se si può prende in considerazione l’indagine condotta 10 anni fa dall’Arcigay Modi, secondo cui il 5% della popolazione omosessuale ha un figlio, vuol dire che 50mila persone hanno un genitore omosessuale dato che per l'Istat gli omosessuali italiani sono un milione. Per arrivare alla fantomatica "quota 100mila" quindi il numero di omosessuali non dichiarati dovrebbere essere pari al 100% della popolazione censita nel 2011. Un'assurdità dato che, in entrambi i casi si tratterebbe di figli con un padre o una madre che si sono dichiarati omosessuali al momento del sondaggio e non di figli che vivono all'interno di una coppia gay.

Commenti