Vip in corsa sul carro di Renzi. Così rischia l'effetto Hillary

Nel Paese degli appelli arriva quello di 80 personalità a favore della riforma: tutti della sinistra radical chic

Arriva il referendum ed ecco l'immancabile lenzuolata. Una cascata di 80 nomi altisonanti che si schierano per il Sì. Ottanta personalità tricolori che lanciano dalle loro cattedre un appello accorato agli italiani. L'elenco è a dir poco prestigiosissimo e comprende star come Roberto Bolle, ballerino di fama mondiale, Susanna Tamaro, scrittrice di grande successo, Zubin Metha, un monumento alla direzione d'orchestra, Paolo Sorrentino, premio Oscar e regista del recentissimo e visionario The Young Pope.

Il problema non sono le primedonne, ma il coro che tutti insieme vanno a comporre. Non il testo, che pone tematiche ragionevoli e pure condivisibili, ma il contesto. Nel nostro Paese è visibile una lunga e a tratti sciagurata scia di petizioni, paginate, firme autorevoli che ha accompagnato votazioni di ogni tipo e campagne martellanti. Si comincia, e non si è mai finito, con il celeberrimo manifesto con cui negli anni Settanta l'intellighenzia al gran completo puntò il dito contro il commissario Luigi Calabresi, additato all'opinione pubblica come l'assassino dell'anarchico Giuseppe Pinelli. Di solito gli intellettuali dicono di stare scomodi nelle vicinanze del potere, ma poi si ritrovano sempre dalla parte giusta, sulla cresta dell'opinione più alla moda, sul divanetto più morbido nel salotto più à la page.

Qui la storia è più contorta e trasversale. Non siamo ai tempi delle battaglie sul divorzio o l'aborto e nemmeno c'è da tributare la rituale standing ovation all'irresistibile ascesa della sinistra, come era costume solo qualche anno fa. Semmai ci sarebbe da puntellare l'incespicante Renzi che ha trasformato una questione alta e sottile in un plebiscito su di sé. Non è questo, per fortuna, il massaggio delle 80 eccellenze, da Stefano Accorsi a Pierfrancesco Favino e Isabella Ferrrari. Il parterre de roi sottolinea invece «lo stallo totale degli anni più recenti» e invoca il cambiamento per andare incontro al futuro. Una posizione rispettabile, come le parole scandite ieri da Massimo Bottura, forse lo chef più famoso d'Italia, ad Aldo Cazzullo del Corriere della sera: «Il punto non è Grillo o Renzi. È la logica per cui in Italia non si può fare. Se passa questa logica, è finita».

Perfetto. E però questo rimbombare di ragionamenti e curricula stellati e stellari, sempre sospettabili di vicinanza al carro troppo ingombrante del potente di turno, finisce spesso con l'ottenere l'effetto opposto. Rassicura l'establishment, pure questa volta meno compatto, e sposta invece l'ago della bussola popolare, l'unico che davvero conti in queste occasioni.

Dev'essere un effetto saturazione, un già sentito che risveglia antiche antipatie o diffidenze, riempie fossati che parevano svuotati. È successo nei giorni scorsi anche negli Usa dove Hillary Clinton ha avuto il gradimento di una grandinata di vip, premi Nobel, accademici progressisti di ogni disciplina, icone planetarie come Madonna e Lady Gaga, una leggenda vivente come Robert De Niro. Tutto inutile. Anzi controproducente, come certi endorsement troppo calorosi. Abbracci così stretti da soffocare.

Da noi è tutto più confuso e mischiato, il paragone vale quello che vale e però i solisti - a proposito nel mucchio ci sono anche Andrea Bocelli e i gettonatissimi ragazzi del Volo - quando si mettono insieme non fanno squadra. Semmai intralciano la corsa del carro. Ma c'è anche chi rivendica la presunta superiorità morale se non antropologica di chi impugna la bandiera del Sì. Vecchia storia che torna nel tweet, criptico ma non troppo, di un dc di lungo corso come Pierluigi Castagnetti: «Ci sono rimasti male per Sorrentino, Bolle, Bocelli. Tranquilli: la Marini, la Zanicchi e Maria De Filippi votano No». Come pure molti fra quelli che leggeranno il predicozzo.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di orione1950

orione1950

Lun, 21/11/2016 - 08:33

Questi non rappresentano il popolo italiano, anzi, sono i parassiti del popolo italiano; fanno parte delle clientele radical-chic dell'attuale potere e non so in quale percentuale partecipino al pil italiano. Perdono ancora l'occasione per stare in silenzio.

egi

Lun, 21/11/2016 - 08:46

la cosa che mi fa riflettere è, perché tutti gli artisti cantanti attori registi che guadagnano uno sproposito senza faticare molto rispetto ai lavoratori, che faticano molto di più e a volte fanno fatica ad arrivare a fine mese, sono di sinistra? paura di perdere i finanziamenti o regali per gli spot???

27Adriano

Lun, 21/11/2016 - 08:52

I vip non fanno nulla per nulla, nel senso che più sono importanti e più costano... Con i soldi di quale ...Banca sono stati pagati?

carpa1

Lun, 21/11/2016 - 08:57

E che, sarebbe una novità? Ormai lo sanno anche i sassi che tutti i pirla del jet set, portafoglio a dx, tifano da sempre per una sx che garantisce loro visibilità e rendite finanziarie a prestanome e/o nei paradisi fiscali (quando addirittura, pur puciando il becco begli affari italiani, si traferiscono e prendono residenza all'estero, non è vero CDB???). Guai a toccarli. Ora, visto che si parla già di requisire immobili privati per consegnarli all'impresa demolitrice che va sotto il nome di "CLANDESTINI", provino un po' a requisirli a questi "BENEFATTORI" se ci riescono!

ilbarzo

Lun, 21/11/2016 - 09:07

Cosa non farebbe Renzi pur di vincere questo referendum? Egli si crede un Dio in terra,mentre invece è solo un povero ragazzotto montato viziato in cerca di potere e di gloria.

rudyger

Lun, 21/11/2016 - 09:34

Gli acculturati intorno a Renzi, nani e nanerottole che si mangiano le briciole al tavolo del potere. questa è purtroppo la decantata democrazia. Arrivismo, lotta all'ultimo sangue. il popolo? che centra. fa da sfondo a questo teatro di belve. sanguisughe.

rudyger

Lun, 21/11/2016 - 09:37

soltanto gli intellettuali devono guidare il popolo (Lenin). Comunisti accattoni non lo sapevate?

ghorio

Lun, 21/11/2016 - 09:41

Il problema è uno solo : il mondo dell'informazione dovrebbe ignorare i cosiddetti vip, tra persone dello spettacolo, scrittori alla moda, calciatori, ciclisti, etc, etc, e professionisti della passerella televisiva.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Lun, 21/11/2016 - 09:43

IO; HO VISTO POCHE VOLTE I VIP VOTARE PER IL BENE DEL POPOLO OPPURE DEL PAESE; É PER LA MAGGIOR PARTE QUESTA GENTE VOTA PER CHI GLI ASSICURA DI GUADAGNARE MILIONI DI EURO COME BENIGNI! LITTIZZETTO E FAZIO!É QUESTA E LA GENTE CHE VIVE IN VILLE MILIARDARIE PROTETTI DA BODYGARD E SISTEMI DI ALLARME;É QUESTA GENTE NON VEDE CHE CI SONO ITALIANI CHE CERCANO IL LORO CIBO NEI CASSONETTI OPPURE CHE DEVONO VIVERE IN AUTO E TENDE CON I LORO FIGLI MENTRE I PROFUGHI VIVONO GRATIS IN HOTEL A 4 STELLE CON 3 PASTI GRATIS É 37 EURO AL GIORNO! QUESTA É GENTE PRIVILEGIATA CHE SE NÉ FREGA DEL NOSTRO POPOLO! ED IO ME NÉ FREGO DI LORO!.

ziobeppe1951

Lun, 21/11/2016 - 09:59

VIP=Very Important Pirla

jackmarmitta

Lun, 21/11/2016 - 10:02

siete dei poveri omini come il vostro padrone vergognatevi, ma ci sono i finanziamenti non è vero? Per una volta un po' di dignità non ce l'avete?

steacanessa

Lun, 21/11/2016 - 10:04

Ha parlato castagnetti, siamo salvi! I sedicenti intellettuali e artisti hanno bisogno della certezza dei contributi statali per continuare a godere di retribuzioni principesche. Sempre pronti a soccorrere il padrone. Mi stupisce la tamaro, solitamente riservata. Probabilmente non vende più ed ha bisogno del soccorso rosso.

buri

Lun, 21/11/2016 - 10:06

80 ragioni per votare NO

linoalo1

Lun, 21/11/2016 - 10:09

Ma chi se ne frega di 80 Nomi Noti!!!Noi Italiani,siamo 50 Milioni di Nomi Ignoti!!Siamo Italiani come gli 80 citati!!Il Nostro Pensiero,visto che siamo in Democrazia,penso che abbia lo stesso valore degli 89 citati!!!Anzi:visto che Noi siamo la Maggioranza,il Nostro Pensiero ha Senza Dubbio,molto più Valore di quello di 8 Sfigati Strumentalizzati,che si ritrovano Soli,in mezzo ad una Marea di Persone che hanno,anche loro,le proprie Idee,uguali o diverse che siano!!!!La Morale è:Cari Sinistrati,adesso raccoglierete i Frutti di ciò che avete seminato!!!Ormai,visto che il Raccolto è troppo vicino,è inutile concimare ulteriormente,perchè sarebbe solo fatica sprecata!!!

swiller

Lun, 21/11/2016 - 10:13

Ignoranti allo sbaraglio.

GUARDACOMEDONDOLI

Lun, 21/11/2016 - 10:15

E' CHIARO CHE ATTORI E REGISTI SI SPENDANO PER IL "SI'": LORO COL GOVERNO RENZI CI LAVORANO....O SPERANO DI LAVORARCI...IN ALTRI SETTORI NON HO TROVATO LA STESSA "PARTECIPAZIONE". ADESSO, POI, ANCHE I VIP SCHIERATI SENTONO PUZZA DI SCONFITTA E RIDIMENSIONANO IL LORO APPOGGIO E LA LORO PRESENZA MILITANTE.

antoniopochesci

Lun, 21/11/2016 - 10:24

Da oggi al 4 dicembre, replicherò ogni giorno questo post. Allo SBRUFFONCELLO non gliene frega un fico secco della cosiddetta Riforma, altrimenti non avrebbe personalizzato il referendum, oltre la decenza, spaccando in due il Paese. A lui preme soltanto appagare il Superego che lo divora,strafregandosene della Costituzione usata come sgabello per issarsi sul trono,come un piccolo Re Sole, ai piedi del quale scodinzola la galassia dei vassalli,valvassori,valvassini dei giornaloni,delle banche, della finanza, dei nani e delle ballerine della RAI, che costituiscono il corpaccione della vera Casta. Ed allora il 4 dicembre sarà un'altra festa della Liberazione,il giorno in cui il POPOLO SOVRANO si riprese la sua COSTITUZIONE

geronimo1

Lun, 21/11/2016 - 10:25

Non sono bastate le chitarre scordate di Bruce Springsteen, questi fanno l' ammucchiata...!!!! Ma avete visto i nomi???? Sono i PARASSITI del paese, i veri RADICAL CHIC per eccellenza...!!! Conserviamo per bene l' elenco, ce ne ricorderemo in futuro.... Per ora sommergiamoli con i NO, poi vi sara' tempo anche per regolare i personalismi.....uno ad uno....

baio57

Lun, 21/11/2016 - 10:29

Voglio capire perchè non si mettono anche i nomi dei tanti vip che votano NO .

diesonne

Lun, 21/11/2016 - 10:34

diesonne questi soloni non fanno parte dei sette sapienti dell'anTica GRECIA-SOMO GLI SCROCCONI DELLA SOCIETA' DELLE LOBY MODERNA,NON PARLANO AL POPOLO,MA ALLE LORO TASCHE PIENE-PER IL POPOLO SONO SCONOSCIUTI

baio57

Lun, 21/11/2016 - 10:34

(SEGUE) Vip e personaggi noti che votano NO : Toni Servillo,Piergiorgio Odifreddi,Piero Pelù,Leo Gullotta,Maurizio Crozza,Sabrina Ferilli,Monica Guerritore,aLBA pARIETTI,Sabina Guzzanti,Fedez,J-Ax,Armando Spataro(mag.) Andrea Camilleri,Fiorella Mannoia .......

ex d.c.

Lun, 21/11/2016 - 10:37

Gli americani non si sono fatti influenzare, faremo altrettanto

uberalles

Lun, 21/11/2016 - 10:37

Ecco la solita corte dei miracoli che vive (bene) di riconoscimenti pubblici: Tv di stato, assegnazione di non meglio identificati progetti, premi alla carriera, nomine a capo di enti fancazzisti (comunque non fanno danni, non fanno niente...), attori e registi da teatrino parrocchiale, consulenti di ricerche minerarie e perdite di tempo (vedasi Alan Ford). Tutta gente di infimo livello nei loro settori che, grazie agli aiuti di stato con i soldi degli Italiani, vivono alla grande senza un minimo di fatica: gente che ha la faccia come il culo che, al primo stormir di fronde diranno che hanno maturata la decisione di voltare gabbana e partito, vero Alf-Ano?

schiacciarayban

Lun, 21/11/2016 - 10:38

Con il NO i titoli governativi italiani verranno bersagliati dal resto del mondo. Il debito italiano dara' un ulteriore scossone alla UE, il risultato X gli italiani si tradurrà in maggior disoccupazione,inflazione, rallentamento dell'economia e quanto di peggio possiate immaginare! Quindi prima di votare quantomeno riflettete con una visione di lungo termine sugli effetti del vs voto. Questo voto non è soltanto sulle modifiche tanto decantate ma anche su un importante segnale di DISCONTINUITÀ' che dobbiamo dare all'Europa. E per questo fanno bene tanti intellettuali a schierarsi per il si.

avallerosa

Lun, 21/11/2016 - 10:41

Speriamo.

antipifferaio

Lun, 21/11/2016 - 10:50

Purtroppo in Italia manca un "Clint Eastwood"...la massa di parassiti accucciuati all'accozzaglia di govertno succhia soldi pubblici con forme svariate, tipo "contributi alla cultura"...si, ma tradotto in soldoni è: "famose na bella magnata"...

VittorioMar

Lun, 21/11/2016 - 11:03

...possibile che tutti questi personaggi "INTELLIGENTI"non vedano la FERITA MORTALE INFLITTA ALLA NOSTRA DEMOCRAZIA??...non solo loro ma anche quasi tutti i MEDIA non fanno cenno !!...subiamo continue IMPOSIZIONI offendendoci continuamente "ACCOZZAGLIA".."IGNORANTI"..."CHE SBAGLIAMO SEMPRE A VOTARE"!....mentre i BARBUTOS sono gli "AVVEDUTI".."VERITA' RIVELATE"....dopo la "FREGATURA" delle REGIONI e delle PROVINCE vorrei evitare quella del SENATO!!! NO...SEMPRE NO...e MALEDETTAMENTE NO!!!

nerinaneri

Lun, 21/11/2016 - 11:08

baio57: che spaventoso elenco di komunisti!...

Libertà75

Lun, 21/11/2016 - 11:22

anche durante il fascismo, il mondo della cultura era a favore della dittatura... la storia signori, la storia!

Ritratto di MLF

MLF

Lun, 21/11/2016 - 11:30

Magari magari MAGARI si replicasse la situazione US...

Angelo664

Lun, 21/11/2016 - 11:30

Speriamo che vengano spazzati via come gli avversari di Trump !!

schiacciarayban

Lun, 21/11/2016 - 11:40

Purtroppo il partito del No a tutto sempre e comunque ha già rovinato e continuerà a rovinare l'Italia, ma mettiamoci l'anima in pace, noi Italiani siamo fatti così, in nome di una non ben identificata democrazia comunque diciamo No e così siamo immobili da 50 anni mentre tutti gli altri vanno avanti. Ci piace tirarci le mazzate!

Descartes

Lun, 21/11/2016 - 11:46

Mi ricordero´´ di ogni nome di questi signori per evitare ogni loro lavoro ,esibizione o scritto!

piergiorgiogian...

Lun, 21/11/2016 - 11:49

Non mi meraviglia il fatto che artisti scrittori attori siano di sinistra mi meraviglio dei pecoroni che li assecondano,

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 21/11/2016 - 11:57

Prima regola del popolo, stare sempre dalla parte apposta dei vip. E' una certezza politica.

Libertà75

Lun, 21/11/2016 - 12:02

@schiaccia, guardi che non è che cambiando ad minchiam si migliora! La carta costituzionale rappresenta l'insieme delle regole democratiche, non è come dice lei che uno prende la palla e poi cambia il regolamento... non funziona così! Le regole si fanno bene, altrimenti è meglio non farle! Io non metterei mai un contadino a fare il chirurgo, lei invece pur di ricoprire un posto vacante, lo darebbe a chiunque!

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Lun, 21/11/2016 - 12:12

I vip che sono per il no come li chiamate?

schiacciarayban

Lun, 21/11/2016 - 12:46

@Libertà75- Ricordati che la perfezione è nemica del miglioramento, a forza di cercare un'impossibile perfezione siamo inchiodati da 50 anni, e per i prossimi 50 se continuiamo a dire no a qualsiasi cambiamento! Siamo il popolo più vecchio e più conservatore d'europa.

Ritratto di italiota

italiota

Lun, 21/11/2016 - 12:55

ricchi, famosi, privilegiati, che ci vengono a dire come votare ?? Certo, io so che voto ESATTAMENTE IL CONTRARIO di ciò che dicono 'sti babbei !!

ohibò44

Lun, 21/11/2016 - 12:57

Non illudiamoci dell’effetto Hillary : preoccupiamoci dell’effetto ponte dell’immacolata Questo è il problema, questa è l’unica trovata geniale dell’annunciatore

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 21/11/2016 - 13:19

-----i vip di oggi perlomeno sono coraggiosi---non glielo ordina il medico di prendere posizione--lo fanno per convincimenti personali pur sapendo che il vento può cambiare----nulla a che vedere con referendum passati che riguardavano le televisioni---chi se li ricorda?---dove molti vip televisivi furono precettati a dir poco---alcuni come sandra e raimondo diventarono patetici ai miei occhi---hasta

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Lun, 21/11/2016 - 14:17

#schiaccia. SE; RENZI VOLEVA CAMBIARE L;ITALIA AVREBBE DOVUTO PRIMA FARE LA RIFORMA DELLA GIUSTIZIA CHE É AL 158 POSTO NEL MONDO É CHE COSTA AL PAESE UN SACCO DI MILIARDI DI EURO;PER NON PARLARE DELLE INNUMEREVOLI INGIUSTIZIE TIPO CHI SI DIFENDE IN CASA SUA VIENE INCRIMINATO! TIPO CARABINIERI CHE ARRESTANO UN LADRO!OPPURE UN PIRATA DELLA STRADA CHE AMMAZZA 7 PERSONE É CHE DOPO UN PAIO GIORNI LO VEDONO A PIEDE LIBERO COME NULLA FOSSE! É SE SI VOLEVA ANNULLARE IL BICAMERALISMO PERFETTO CON QUESTA RIFORMA;PERCHE DOBBIAMO PAGARE I PARASSITI DEL SENATO SOTTO ALTRE FORME?! QUESTA RIFORMA DELLA COSTITUZIONE NON PORTA NESSUN RISPARMIO ED É SOLO POLVERE NEGLI OCCHI DI CHI NON VUOL VEDERE LA REALTÁ!.

baio57

Lun, 21/11/2016 - 14:49

@ nerinaneri - Ogni tanto (moooooolto raramente) anche i komunisti ragionano col proprio cervello.

carpa1

Lun, 21/11/2016 - 14:54

@schiaccia... Come dire: il lavoro che ho non mi piace, mi alzo la mattina e rassegno le dimissioni, poi prendo un lavoro qualunque pur di cambiare! Stupendo, non c'è che dire. Io di lavori, nel corso della mia vita, ne ho cambiati: prima cercavo di trovarne uno migliore e solo dopo rassegnavo le dimisssioni. Solo i pirla buttano via ciò che hanno prima di aver trovato qualcosa di meglio. Il DUX per il quale stai tifando ha fatto esattamente ciò che non avrebbe dovuto fare per due motivi: 1)non si cambia la costituzione, solo per soddisfare il proprio incommensurabile ego, a suon di fiducia (avrebbe potuto farlo anche Berlusconi quando aveva la maggiornaza, ma la sx, che aveva cercato giustamente di coinvolgere e di cui anche frottolo faceva parte, non ha voluto sentire ragioni); 2) se proprio voleva cambiare, avrebbe dovuto, come promesso, cancellare il senato anzichè consegnarlo ai suoi sodali (cioè, la maggioranza di questa nuova ammucchiata).

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 21/11/2016 - 19:17

-------baio 57 ----non è questo il significato---il referendum è un fatto trasversale ---che travalica i partiti--è tanto vero quello che dico che la lista di quelli di sinistra del no è forse addirittura più corposa di quelli del si----solo i destricoli ne fanno un voto contro e non un voto nel merito---poi in fondo stiamo parlando della parte della costituzione che si può cambiare e si può continuare ad affinare col tempo--non si stanno toccando le pietre angolari su cui poggia il nostro paese dal dopoguerra ad oggi---hasta

baio57

Mar, 22/11/2016 - 10:46

@ elkid- Sei proprio una bella sagoma , chi a sinistra vota NO ,lo fa "nel merito", da destra invece è un voto "contro". Ma chi ti dà tutte queste certezze ? Hai per caso fatto dei "ritiri spirituali" in qualche Laogai della Manciuria cinese ?