Dal Real proposta indecente per Rooney Burdisso: l'Inter ora vuole 10 milioni

Madrid pronta a sborsare 130 milioni di euro per l'attaccante inglese e il compagno di nazionale Gerrard. Caliendo: "A Maicon interessa vincere"

Dal Real proposta indecente per Rooney 
Burdisso: l'Inter ora vuole 10 milioni

Idee tante, soldi pochi, con una eccezione, Florentino Perez. Per il britannico Daily Star il presidente del Madrid avrebbe un portafoglio talmente gonfio da far tremare tutta la Premier League con un’offerta da 130 milioni per portare al Bernabeu Steven Gerrard e Wayne Rooney. Voleva Beckham, Xabi Alonso, Benzema, Kakà, Cristiano Ronaldo e li ha avuti, e per un Liverpool con i libri in rosso e uno United con la famiglia Glazer indebitata per oltre un miliardo di sterline, la tentazione sarebbe forte. Il mercato dei due nazionali inglesi resta in salita, ma 35 milioni per Gerrard e 95 per Rooney suonano come uno schiaffo al fair play finanziario di Platini e a cascata ribaltano le strategie. Dopo aver sborsato una cifra simile, quanti soldi resterebbero per puntare Maicon, Milito e Kolarov? Il Daily Star avrà anche buoni informatori, ma non riceve credito, l’operazione è suggestiva, come lo scambio Ibrahimovic-Pato, Chiellini sul mercato, Marchetti alla Juventus e Balotelli in prestito. Resta per Gerrard l’occasione di monetizzare una carriera straordinaria, a trent’anni e un treno Real che difficilmente ripasserebbe. Il Liverpool in una nota ha reso noto che le offerte per Torres, Mascherano e Benayoun saranno prese in esame solo dopo l’annuncio del nuovo allenatore che dovrebbe essere Roy Hodgson. Altre considerazioni: il Barcellona sta offrendo Ibrahimovic senza vergogna, Chiellini davanti alla proposta indecente farebbe vacillare anche la nuova dirigenza Juve e Cellino è convinto che questo mondiale farà impennare il cartellino di Marchetti.

Il mondiale sta dicendo altre cose, la Svizzera che supera la favorita Spagna alza inevitabilmente le quotazioni del laziale Lichsteiner, del friulano Inler e del doriano Ziegler, tutti trattabilissimi. Dopo D’Agostino un altro pezzo pregiato dell’Udinese potrebbe sbarcare a Firenze, Pozzo attende l’asta per Goekhan Inler, ci sono anche il Napoli e il City di Mancini che lo aveva segnalato mentre si trovava sulla panchina dell’Inter. Anche Reto Ziegler è stato seguito in passato da Corvino, mentre Lichsteiner è stato addirittura ipotizzato come alternativa all’uscita di Maicon. Il gol segnato alla Corea del Nord ha fatto impennare il desiderio di Mourinho per l’esterno brasiliano: «Il gol alla Corea - ha detto il procuratore Caliendo - ha confermato le sue qualità. A lui interessa vincere, e si adeguerà alle decisioni di Moratti». La strategia del presidente dell’Inter è nota: nessuno è incedibile, chi vuole Maicon faccia un’offerta, la richiesta è 35 milioni. Stessa valutazione per Milito, e l’Inter vuole cash, il Real ha tentato un baratto proponendo Marcelo, Gago e Drenthe come contropartite tecniche, tutte rimbalzate. Fernando Hidalgo, l’agente del trentunenne centravanti dell’Inter, incontra Branca entro la fine di questa settimana per un rinnovo contrattuale. All’Inter non interessano attaccanti, ieri oltre a McDonald Mariga ha riscattato completamente anche Jonathan Biabiany dal Parma. Il rebus è Burdisso, Ranieri lo ha messo al centro della difesa, lui vuole fortemente la Roma, l’Inter dieci milioni che Rosella Sensi non ha.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti