Rock anni Sessanta di scienziati musicisti

Sono i componenti della band musicale dei «Rotten Neurons» che si esibirà la sera di venerdì dalle 17 alle 23, nel triangolo piazza delle Vigne, piazza Senarega e piazza dei Greci, nell’ambito dell’iniziativa «La ricerca incontra Genova» organizzata dal Comune in collaborazione con il Festival della Scienza, l’Università, il Patto per lo sviluppo della Maddalena e l’Istituto italiano di tecnologia di Morego. E proprio dall’Iit vengono i musicisti, che hanno in comune la passione per la musica, ma anche la loro autentica professione: di ricercatori dell’istituto. I quali, riferiscono gli amici, un bel giorno «hanno deciso di sfruttare l’ambiente multidisciplinare per fondare un progetto musicale che coinvolgesse i colleghi». Da allora «il concerto serale è diventato uno degli appuntamenti di riferimento per i ricercatori dell’Iit», fino a culminare nell’esibizione di venerdì: la band presenterà una scaletta di cover pop rock che spazia dagli anni Sessanta agli anni Novanta, toccando i pezzi che si rifanno scherzosamente alle tematiche di ricerca dell’Istituto italiano di tecnologia. Ci saranno, alla batteria Lorenzo Jamone, PhD Cognitive humanoids lab, alle tastiere Emanuele Marconi, PhD Neuroscience and brain technologies, alla chitarra e voce Alberto Ansaldo, Post-Doc, Robotics, brain & cognitive sciences, alla chitarra Stefano Espinoza, PhD, Neuroscience and brain technologies, e al basso-synth Marco Randazzo,Post-Doc, Cognitive humanoids lab.
Nella stessa serata si esibiranno però quattro diverse band che hanno in comune la presenza di componenti appartenenti al mondo della ricerca e in particolare dell’Iit. Nella prima serata, in particolare, le testimonianze dei ricercatori verranno inframezzate con le esibizioni dei loro compagni di lavoro, proprio quei Rotten Neurons nati all’interno dell’istituto in occasione del primo Impact Day, la giornata dedicata dai ricercatori della fondazione all’impegno sociale. I «testimoni» riferiscono che «questo progetto musicale è nato alle macchinette per il caffè del piano 0 di via Morego 30, la sede principale dell’Iit dove ogni giorno confluiscono ricercatori e non provenienti da tutte le piattaforme dell’istituto».
Da qui l’iniziativa «La ricerca incontra Genova», promossa da Comune e Festival della Scienza «per avvicinare la città al mondo della ricerca e dei ricercatori». Sono anche previsti, fra l’altro, laboratori scientifici aperti gestiti dal Festival, dimostrazioni di trasferimento di tecnologia e illustrazione di spin off.

Commenti

Grazie per il tuo commento