Roma, befana tra i rifiuti: piano Ama fallito

Un disastro sulle strade romane dopo il flop del piano Ama: i marciapiedi e alcune strade sono invasi di rifiuti mentre alcuni vandali continuano ad incendiare i cassonetti. Roma accoglie la Befana come a natale, piena di immondizia

Roma non è riuscita a smaltire i rifiuti che si sono accumulati durante le festività natalizie, a Trullo, Villa Bonelli e Balduina i cassonetti continuano ad essere dati alle fiamme da alcuni vandali. Immondizia che, riferisce il Roma Today, è rimasta nei cassonetti oppure su marciapiedi e strade da oltre dieci giorni. Una situazione insostenibile. Il comune aveva previsto un piano specifico per lo smaltimento dei rifiuti durante le festività, proprio per evitare disagi a cittadini e turisti: piano Ama che ha fallito e la capitale si trova ora inondata di pattume.

Il piano ha salvato, forse, soltanto il Centro Storico capitolino. Monteverde, Balduina, Nuovo Salario, Montesacro, Garbatella e Spinaceto sono al limite nonostante i centri di Trattamento meccanico biologico e i siti di smaltimento stiano funzionando regolarmente. Nonostante il supporto della discarica di Colleferro che secondo il piano dovrebbe rimanere attiva fino al 15 di gennaio per dare manforte a tutto il pattume sviluppato dai cittadini durante il periodo di natale. E soprattutto nonostante le parole rassicuranti di Stefano Zaghis, amministratore unico di Ama che nel giorno di Santo Stefano diceva: "È tutto sotto controllo". Il consigliere Paolo Ferrara aveva addirittura detto: "La prova rifiuti è stata superata", ma ad oggi dopo dieci giorni roghi e atti vandalici si susseguono a Roma dove ogni giorno vengono incendiati in strada cassonetti e buste dell'immondizia.

La giunta Raggi si trova a dover affrontare anche il problema della costruzione della discarica di Monte Carnevale che vede un elevato numero di grillini contro, questo potrebbe sfavorire la maggioranza del Consiglio nell'aula Giulio Cesare. Il prossimo 11 gennaio è stata indetta una grossa manifestazione del comitato del territorio atta a spergiurare la costruzione del nuovo sito di smaltimento rifiuti. La situazione è critica e il comune per ora è congelato e non ha altri piani per poter arginare il problema. La Regione Lazio nel frattempo si è schierata contro la sindaca e a gran voce chiede il commissariamento della Capitale. Per ora l'unico piano è riparlarne la settimana prossima quando tutte le festività saranno finite e l'Ama provvederà a smaltire i rifiuti.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.