"Vi ammazzo tutti": 50enne armato di coltelli tenta di aggredire parenti

Un 50enne ubriaco e armato di coltelli e mannaie ha minacciato e tentato di aggredire alcuni suoi parenti a Trastevere e ha poi ferito due poliziotti intervenuti per fermarlo: l'uomo è stato arrestato

"Vi ammazzo tutti": 50enne armato di coltelli tenta di aggredire parenti

Attimi di paura a Roma, in zona Trastevere, dove venerdì scorso un uomo di 50 anni è stato arrestato dagli uomini della polizia. Il 50enne ha infatti scatenato il panico proprio nel cuore del famoso quartiere della capitale, dove ha minacciato e tentato di aggredire alcuni suoi familiari, a causa di un litigio per un'eredità.

Stando alla ricostruzione fatta successivamente dai poliziotti, il 50enne romano avrebbe guidato a bordo della sua automobile da Rieti fino a Roma con la chiara intenzione di fare del male ai suoi cari, portandosi dietro un vero e proprio set di coltelli e mannaie. L'uomo, che era anche in stato di ebbrezza, si trovava in preda ad una folle rabbia e voleva a tutti costi regolare i conti con alcuni suoi parenti, residenti proprio a Trastevere.

Il 50enne si è così recato sotto casa dei suoi congiunti, armato di coltelli e altri attrezzi, e ha iniziato a urlare e a minacciarli ripetutamente. Brandendo un coltello e gridando insulti di vario tipo ha tentato di aggredire i suoi parenti, urlando più volte "Vi ammazzo tutti". E proprio questa è la frase che hanno sentito gli agenti di polizia quando sono accorsi sul posto per capire cosa stesse accadendo, allertati dai familiari spaventati.

Gli uomini del Commissariato Trastevere sono quindi subito intervenuti e hanno cercato di fermare il 50enne, che era in uno stato di totale alterazione, essendo anche ubriaco. I poliziotti hanno così provato a bloccarlo con molta fatica, tentando di farlo calmare. L'aggressore, però, non ha reagito affatto bene e anzi si è scagliato contro gli agenti, che a quel punto l'hanno neutralizzato e arrestato. Durante lo scontro sono sfortunatamente rimasti feriti due poliziotti, che sono dovuti ricorrere alle cure mediche, anche se le loro condizioni non sono gravi.

Dopo averlo arrestato gli agenti hanno sequestrato lo zaino che il 50enne aveva con sè, all'interno del quale hanno rinvenuto un vero e proprio arsenale composto da coltelli da cucina, mannaie, un piccone e una mazzetta da muratore. L'uomo dovrà rispondere dei reati di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, porto ingiustificato di armi improprie e minaccia aggravata.

Segui già la pagina di Roma de ilGiornale.it?