Annullato il Jova Beach Party di Albenga: si è ristretta la spiaggia

Dopo Vasto, anche Albenga dovrà rinunciare alla sua data del Jova Beach Party. Il motivo è l'erosione dell'arenile, che rispetto all'ultimo sopralluogo si è accorciato di quasi 12 metri, rendendo impossibile il montaggio delle strutture in sicurezza

Annullato il Jova Beach Party di Albenga: si è ristretta la spiaggia

Dopo la data del Jova Beach Party di Vasto annullata per motivi di sicurezza, l'organizzazione dei concerti evento di Jovanotti sulle spiagge italiane deve adesso trovare una soluzione per un'altra cancellazione. Il concerto ad Albenga previsto per il prossimo 27 luglio, infatti, non si potrà tenere ed è stato cancellato.

I motivi sono di natura prettamente tecnica e riguardano l'impossibilità di montare le strutture previste per l'evento a causa dell'erosione dell'arenile della località savonese. Ad annunciarlo è stato Trident Music con un comunicato emesso subito dopo il sopralluogo obbligatorio dei tecnici. I professionisti incaricati si sono resi conto che non sussistono più le condizioni adeguate per procedere al posizionamento del palco e di tutte le sue pertinenze per il Jova Beach Party. I primi sopralluoghi per la scelta della spiaggia erano stati effettuati a novembre 2018. In quell'occasione era stata individuata una porzione di arenile nel territorio di Albenga che presentava tutte le caratteristiche idonee per ospitare il maxi evento. Il secondo sopralluogo eseguito in primavera aveva già evidenziato una preoccupante erosione del suolo, che si è accentuato negli ultimi mesi. I rilievi orografici hanno determinato un avanzamento del mare tale da far scomparire circa 10-12 metri di spiaggia. La causa potrebbe essere l'ultima ondata di maltempo che ha colpito la regione.

Il restringimento della spiaggia non garantisce più le condizioni di sicurezza necessarie per montare le strutture del Jova Beach Party ad Albenga. In queste ore la produzione è in fermento per trovare una località alternativa che possa ospitare l'evento e garantire la copertura del nord-ovest della penisola. Nel caso in cui non sia possibile individuare un altro arenile idoneo, la produzione ha già dichiarato che provvederà al rimborso del prezzo del biglietto già a partire da lunedì 29 luglio e fino al 31 agosto.

Commenti