Carlo insiste: Camilla deve avere il titolo di regina

Il Principe Carlo desidererebbe che Camilla Parker Bowles avesse il titolo di Regina Consorte: ecco le ipotesi in gioco e le ragioni che le motivano

Il Principe Carlo un giorno diverrà Re. E vorrà che Camilla Parker Bowles sia chiamata Regina.

Lo dice la scrittrice Penny Junor, esperta della Royal Family, che ha scritto il libro “The Duchess: The Untold Story”. La questione del titolo per Camilla non ha una regola precisa, ma si basa sulla discrezionalità del futuro Re, fondata sulla consuetudine e sulla pratica. Tanto più che a quando pare la duchessa di Cornovaglia - a detta di amici e famigliari, come riporta l’Express - non desidera il titolo di Regina Consorte.

Quel titolo è infatti un desiderio di Carlo - e un suo compito, dato che la Regina Elisabetta II non c'entra con la scelta, tanto più che con tutta probabilità sarà defunta quando Carlo sarà Re. Il Principe, dal canto suo, è “orgoglioso” e “grato” nei confronti della donna che ha amato per tutta la vita. E insisterà quindi per la dicitura completa, nonostante al matrimonio dei due nel 2005 un proclama reale attestò che Camilla sarebbe stata “solo” Sua Altezza Reale la Principessa Consorte. La necessità di una presunta insistenza da parte di Carlo è dovuta al fatto che entrambi si sono uniti in matrimonio dopo un divorzio - un fattore che non ha precedenti nella storia della Royal Family degli ultimi secoli.

Camilla Parker Bowles ha infatti sposato Andrew Parker Bowles nel 1973. Le loro nozze sono durate fino al 1995. Il Principe Carlo è invece stato sposato con Lady Diana dal 1981 al 1996. Alla morte di quest’ultima, l’anno successivo, c’è stata un’ondata di opinione pubblica che si è mostrata in disaccordo sulla relazione tra Carlo e Camilla. Ma pian piano la duchessa ha fatto breccia nel cuore dei sudditi britannici, grazie al suo impegno umanitario.