Floriana Secondi: "Mio figlio vittima di bullismo"

Floriana Secondi del Grande Fratello 3 si confessa a Storie Italiane: "Mio figlio è stato bullizzato"

Ospite di Eleonora Daniele a Storie Italiane, Floriana Secondi - vincitrice del Grande Fratello 3 - è tornata a parlare di tematiche inerenti alla sua situazione familiare e per la prima volta ha fatto una rivelazione sugli atti di bullismo subiti dal figlio Domiziano.

Mentre sullo schermo passano le foto di lei e del bambino, la ruspante Floriana si commuove: "È la mia emozione e il mio amore più grande". La Secondi ci tiene a precisare: "Mio figlio è frutto dell’amore; il padre è stato l’uomo che ho amato di più, lo conoscevo fin da bambina". Per Floriana, dopo un'infanzia difficile ed un burrascoso rapporto con la madre, il figlio è stata anche un'occasione di riscatto e comprensione delle dinamiche familiari. Forse per questo motivo, il tono della Secondi si fa più duro quando deve parlare delle vessazioni subito dal suo bambino.

Floriana ha rivelato che quando Domiziano era alle elementari è stato vittima di bullismo. Per lungo tempo il piccolino è stato picchiato e alla fine è stato costretto a cambiare scuola dopo anni in cui ha incassato in silenzio: "La vittima, quando succedono queste cose, non ne parla con nessuno", afferma Floriana. E poi aggiunge: "Mio figlio non ne ha parlato mai con me, per anni è stato in silenzio, dopo tre anni di abusi era quasi arrivato all’esaurimento".

Il dolore provato in questa situazione è stato grande e proprio affinché tali sofferenze non si ripetano, Floriana si pronuncia a favore delle telecamere nelle scuole: "I bulli si uniscono in branco per sentirsi più forti, inviterei le scuole a mettere le telecamere, se il bambino sa che ci sono le telecamere non fa certe cose. Ben venga questa iniziativa". Secondo Floriana la videosorveglianza sarebbe di aiuto perché, a volte, solo gli insegnati non sono sufficienti: "Non si deve sempre accusare gli insegnanti, queste cose a mio figlio succedevano quando l’insegnante non vedeva o non c’era".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.