Francesco Facchinetti: "Ho conquistato Wilma cercandola per 9 giorni a Rio De Janeiro"

Francesco Facchinetti ha rivelato un retroscena riguardante la sua storia con Wilma Faissol: l'ha conquistata volando a Rio De Janeiro e cercandola per nove giorni

Com’è nata la relazione tra Francesco Facchinetti e Wilma Faissol? A rivelarlo è stato lui, che ha raccontato di essere volato a Rio De Janeiro alla ricerca di colei che è diventata la mamma dei suoi figli.

Sottoponendosi alle domande dei follower più curiosi, Francesco Facchinetti non si è sottratto davanti a chi gli chiedeva come fosse riuscito a conquistare la sua amata. Così, ritornando indietro nel tempo, "il figlio dei Pooh" ha rivelato un retroscena inedito sulla sua relazione con Lady Facchinetti. “Per conquistare mia moglie ho fatto una cosa incredibile: sono volato a Rio De Janeiro e ci ho messo nove giorni per trovarla”, ha iniziato a raccontare Francesco attraverso Instagram story prima di scendere nei dettagli di questa relazione iniziata come un semplice flirt.

In realtà avevamo avuto una storiella a fine dicembre, inizi gennaio – ha rivelato lui - . Poi abbiamo litigato perché io avevo la ‘testa di cavolo’...finchè non arriva il giorno di San Valentino”. Inizia in questo momento la sfida di Facchinetti per la conquista della sua Wilma. “Non la sentivo da una settimana perché avevamo litigato pesantemente, allora prendo l’aereo e vado a Rio De Janeiro – ha continuato a raccontare - . Faccio tutto questo viaggio perché nella mia testa sognavo di incontrare la donna che amavo così per caso, in mezzo alla strada...Insomma, una roba da poeta”.

Ci ho messo 9 giorni a cercarla grazie all’aiuto di amici comuni e poi l’ho beccata sulla strada di Panema – ha concluso Facchinetti - . Lei era con un’amica e io mi sono fatto trovare con un mazzo di rose e le ho detto che l’amavo”.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.