Grammy Awards 2020: Demi Lovato torna sul palco dopo l'overdose

Nel luglio 2018 era stata portata di corsa in ospedale, dopo essere stata trovata in stato d’incoscienza nella sua villa a Hollywood Hills

Grammy Awards 2020: Demi Lovato torna sul palco dopo l'overdose

La Cerimonia dei Grammy Awards 2020 è stata una serata di addii e rinascite, il tutto contornato da una bella dose di commozione. Mentre il pubblico salutava per sempre la star del Nba Kobe Bryant, tragicamente scomparso insieme alla figlia Gianna Maria in un incidente in volo, un’altra stellina si apprestava a fare il suo grande ritorno. Demi Lovato, 27 anni, dopo essere stata oltre un anno e mezzo lontana dalle scene, ieri è tornata a esibirsi.

Nel luglio 2018 era stata portata di corsa in ospedale, dopo essere stata trovata in stato d’incoscienza nella sua villa a Hollywood Hills. Diagnosi: overdose da oppiacei. Inizialmente i giornali avevano parlato di eroina, notizia poi smentita dal suo staff. È rimasta ricoverata per due settimane e al termine di questo periodo ha acconsentito ad andare in rehab per curarsi. La stellina Disney ha da sempre avuto problemi di alcool e droga. Aveva raccontato del suo sforzo nel rimanere sobria nella canzone "Sober" e di tutti i suoi tentativi di uscire dalla tossicodipendenza in un documentario. Ha pensato di farla finita per la prima volta a 7 anni, quando era già una star della tv con la serie "Barney & Friends". Anni dopo ha tentato il suicidio ingerendo delle pillole.

Il disagio derivava principalmente dalla non accettazione del suo corpo. "Mi sono resa conto che avevo una relazione malsana con la palestra, estrema, che mi ha portato su una cattiva strada – ha raccontato la cantante -. Ho capito che devo essere felice di essere in salute e sentirmi in pace con il mio fisico. Accettarlo con onestà, senza raccontarmi bugie, tipo che è perfetto".

Ieri, però, al Grammy Awards nel suo abito bianco la perfezione l’ha quasi sfiorata. Davanti al pianoforte ha iniziato a cantare le strofe del suo nuovo singolo, "Anyone". Lo ha scritto prima del ricovero del 2018 e parla di una ragazza che chiede aiuto a Dio. "Qualcuno, per favore mandami qualcuno / Signore, c’è qualcuno? / Ho bisogno di qualcuno. Ero solita bramare l’attenzione del mondo / Penso di aver pianto troppe volte / Ho solo bisogno di un po’ più di affetto", recita la canzone. Demi Lovato non ha potuto trattenere le lacrime, pensando a se stessa nel passato. "Non sono mai stata così serena e in armonia - ha rivelato la pop star -. Le esperienze che ho passato mi hanno insegnato ad essere più sincera con me stessa". E il pubblico ha apprezzato questo suo sforzo: l’esibizione è finita con una standing ovation. Un bel ritorno sul palco dei Grammy, dopo una lunga ricerca di sé.

Commenti