Malena ospite a Radio Cusano "Il porno è un lavoro duro ma non mi pento della mia scelta"

L'ex piddina e ora pornostar Filomena Mastromarino, conosciuta come Malena, è interventua a Ecg e ha raccontato della sua vita e della scelta di abbracciare il porno

Malena ospite a Radio Cusano "Il porno è un lavoro duro ma  non mi pento della mia scelta"

Filomena Mastromarino, in arte Malena, è stata ospite di ECG - programma radiofonico di Radio Cusano Campus, condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio - in cui ha raccontato dell'incontro con Rocco Siffredi e della scelta di entrare nel mondo dei film a luci rosse.

"Il porno è lavoro duro ma non mi pento"

"Non sono mai stata una consumatrice di filmografia porno, però mi sono sempre sentita portata verso la sessualità. Una sera ho incontrato Rocco Siffredi a un evento, così ho deciso di propormi - spiega la pornostar Malena in radio - Ci ho provato, pensavo che non mi avrebbe mai più contattata perché fisicamente lontana nell'aspetto fisico dalle pornostar che siamo abituati a vedere".

Siffredi però vede qualcosa in lei e la contatta: "Rocco è stato colpito dalla mia passione per il sesso e dal mio aspetto normale. Per questo mi ha dato una possibilità. Non mi sono mai pentita della mia scelta". E rivela: "Per fare il porno serve forza fisica ma anche forza morale. Lavorare nel porno è molto faticoso, la parte fisica è molto pesante ma anche affrontare la quotidianità non è semplice. Vieni vista come una extraterrestre".

Gli scandali sessuali

La ex piddina esprime anche sui recenti scandali sessuali nel mondo del cinema, che da mesi oramai riempino le pagine dei quotidiani e dei siti di notizie: "Quando io ho iniziato questa carriera sono stata molto presa di mira dalle donne che dicevano che fare sesso davanti alle telecamere era una cosa molto particolare. C'è anche chi mi ha etichettato come prostituta. Scoprire poi che nel cinema 'regolare' si utilizzasse questa forma di scambio, mi lascia perplessa. Non è che queste donne vogliono rubarmi il lavoro? Certo, mi dispiace per le donne che hanno subito molestie, ma la denuncia andava fatta a tempo debito, non dopo molti anni, in cui magari si è usufruito del potere di certe persone. La dignità di una donna ha un valore molto alto, non puoi tacere per paura di rimanere fuori dal sistema. Mi chiedo perché certe denunce non siano state fatte a tempo debito. Io sono stata giudicata quando ho scelto di entrare nel porno".

Il futuro

Malena pensa anche al futuro e si augura "che il mondo della televisione dia un po' più spazio a noi che facciamo parte del mondo dell'hard. Che non ci facciano sembrare solo delle persone recluse in questo mondo dei balocchi hard, che ci diano più la possibilità di stare in tv senza etichettarci come extraterrestri. Il mio sogno è non lavorare solo nel mondo del porno, ma anche in televisione", come riporta Dagospia.

Commenti