A rischio il concerto di Jovanotti a Vasto: "Problemi di sicurezza"

Il prefetto a chiesto di bloccare l'evento: "A rischio l'incolumità di decine di migliaia di fan"

A rischio il concerto di Jovanotti a Vasto: "Problemi di sicurezza"

Il Jova Beach Party, l'evento dell'estate, che porta il cantante su numerose spiagge italiane, per poi terminare in cima alle Dolomiti, a Plan de Corones, colleziona una polemica dietro l'altra.

Prima era stato accusato di non fare attenzione all'ambiente, nonostante la collaborazione con il Wwf e il cambiamento di alcuni siti, per non mettere a rischio i piccoli di un volatile che nidifica sulla sabbia. Poi la polemica con Reinhold Messner, circa il concerto in montagna, che a detta dell'alpinista sarebbe un modo per "strumentalizzale e commercializzare la montagna". Infine, l'accusa, rivelatasi poi non completamente veritiera, di sfruttare i giovani come volontari per farli lavorare negli eventi, ripagandoli solamente con un panino e una bibita.

Ma per Jovanotti non è ancora finita. È di oggi, infatti, l'ultima critica mossa all'evento del Beach Party organizzato a Vasto Marina: secondo il prefetto di Chieti, infatti, mancherebbero le condizioni di sicurezza per far svolgere il concerto. Secondo quanto riferisce Vastoweb, il prefetto avrebbe inviato una comunicazione per bloccare l'evento del prossimo 17 agosto. Una delle criticità sarebbe il blocco della statale Adriatica 16, che dovrebbe essere adibita a parcheggio degli autobus: "Non possiamo spaccare in due l'italia chiudendo la Statale 16 il 17 agosto, in una giornata da bollino rosso". Inoltre, a ridosso del luogo scelto per l'evento ci sarebbe un fosso, che non consentirebbe la sicurezza e l'incolumità dei partecipanti.

Sul tema si sta svolgendo una riunione in Prefettura, ma l'evento è a rischio: gli oltre 40mila biglietti venduti potrebbero dover essere rimborsati e il concerto potrebbe saltare.

Commenti