X-Factor, Mara Maionchi contro Malika Ayane: "Che c... dici?"

Malika Ayane e Mara Maionchi si sono scontrate a X-Factor sull'esibizione di un cantante della scuderia over. Non sono mancate le parolacce da parte dell'ex discografica, che non le ha mandate a dire alla sua collega di giuria

X-Factor, Mara Maionchi contro Malika Ayane: "Che c... dici?"

Durante la puntata di giovedì 14 novembre, lo scontro tra Malika Ayane e Mara Maionchi è stato infuocato nel commentare la perfomance di Nicola Cavallaro, uno dei concorrenti del music show di Sky.

Il ragazzo fa parte della scuderia “Over” di Mara Maionchi e ha portato sul palco il brano “90 min” di Salmo, uno dei rapper più apprezzati della scena italiana. La scelta del brano è stata fatta da Mara Maionchi ma Malika Ayane non ha apprezzato il modo in cui il ragazzo ha affrontato l'esibizione, muovendo una critica dura e mirata. “Mi riesce difficile vedere qualcuno che non sia Salmo fare Salmo”, ha detto la platinatissima cantante milanese, che è stata subissata dai fischi del pubblico. Infatti, l'esibizione era piaciuta in sala, tanto che a Nicola Cavallaro era stata dedicata una standing ovation prima della critica di Malika. Mara Maionchi, ovviamente, non è stata a guardare e ha replicato con veemenza alle parole della sua collega: “Perché, Davide con i Queen non è stato fedele? Ma che cazzo dici?” Il riferimento di Mara Maionchi è stato a Davide Rossi, cantante della squadra di Malika che si era esibito poco prima con “Don't stop me now”, una superba interpretazione di uno dei brani più celebri del gruppo britannico.

Non si è fatta attendere la risposta di Malika Ayane, che ha cercato di spiegare le sue ragioni: “Non c’è ragione o torto, tutti hanno dei punti di vista. Secondo me dopo che abbiamo ripetuto all’infinito che il rap o te lo scrivi o non lo canti, non lo canti.” Il parare di Malika Ayane è stato condiviso da Sfera Ebbasta e da Samuel, gli altri due giudici dello show di Sky. “Anche a me sembrava Salmo vestito da Nicola. Il pezzo lo hai fatto bene. Ma la tua strada qual è?”, ha chiesto Sfera rivolgendosi a Nicola Cavallaro, che ha provato a dare le sue ragioni: “L'intento non era assolutamente superare Salmo, ma era un omaggio.” Gli ha fatto eco Mara Maionchi: “Io credo che lui abbia fatto una cover di Salmo rispettando Salmo. Sono cover e come tali ricordano l’originale.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti