Yari Carrisi ribadisce: "Ylenia vivrà per sempre"

Yari Carrisi scrive su Instagram un affettuoso post di auguri dedicato al compleanno della sorella Ylenia, scomparsa 25 anni fa e ribadisce di credere che sia ancora viva

Yari Carrisi ribadisce: "Ylenia vivrà per sempre"

La scomparsa di Ylenia Carrisi, 25 anni fa, è una ferita aperta nella famiglia di Al Bano e Romina Power. Una ferita che sanguina ancora, soprattutto il 29 novembre, giorno del compleanno di Ylenia. Al Bano ritiene che la figlia possa essere morta annegata nel fiume Mississippi, mentre Romina non si è mai data per vinta, certa che la sua primogenita sia ancora viva e si trovi da qualche parte nel mondo. A condividere il pensiero della cantante c’è anche il figlio Yari Carrisi, il quale ha ribadito le sue convinzioni attraverso un post Instagram pubblicato proprio in occasione del compleanno della sorella. Yari ha inserito nel post un filmato tratto dal programma “Maurizio Costanzo Show”, di cui è stato ospite con il padre pochi giorni fa. In questo frammento di pochi secondi il musicista ha dedicato a Ylenia delle parole commoventi, ribadite anche nel post in italiano e in inglese sotto al filmato.

Yari Carrisi, infatti, ha scritto: “Mia sorella Ylenia è scomparsa 25 anni fa, ma io credo che sia ancora viva. Nessuno mi ha dato uno straccio di prova del contrario, dunque perché dovrei seppellire mia sorella così velocemente, così facilmente? E comunque lei vivrà per sempre. Vivrà per sempre! Era una luce straordinaria! Ha alzato il livello umano nei miei occhi…È stato impossibile trovare qualcuno che fosse alla sua altezza. E che mi ispirasse così tanto”. Yari ha poi aggiunto in inglese che sua sorella aveva iniziato a viaggiare portando con sé il libro “On the Road”, “Sulla Strada” di Kerouac e, infine, le ha augurato buon compleanno. Ylenia Carrisi scomparve nei primi giorni del 1994 a New Orleans. Era andata in America dopo aver preso un anno sabbatico dall’università. A quanto pare avrebbe voluto scrivere un libro sui senzatetto e, per far questo, era intenzionata a sperimentare la loro vita difficile in prima persona, partendo dal Belize.

L’ultima telefonata ai genitori a Cellino San Marco risale al 31 dicembre 1993, ma Ylenia non era in Belize come previsto, bensì a New Orleans. Poi più nulla. Solo il vuoto, l’assenza, le ricerche che finora, però, non hanno portato a nulla, dando vita a un caso complicato, in cui talvolta la verità sembra a portata di mano, ma al momento delle verifiche si allontana come la linea dell'orizzonte. Da 25 anni i sentimenti dei Carrisi oscillano tra la rassegnazione alla morte (Al Bano ha ottenuto nel 2014 la dichiarazione di morte presunta) e la speranza, forse logorante, che Ylenia Carrisi possa essere ancora tra noi. Forse preda di un’amnesia, ma ancora viva.

My sister Ylenia. She disappeared 25 years ago but I believe she is still around. And nobody has given a shred of evidence to prove otherwise so why shouldn’t I? What a wonderful person, Ylenia. The absence of her strong loving colours made the rest of the world seem black and white. She raised the bar so high: her intelligence, wit, culture, creativity, beauty, her courage, and uniqueness, to name a few of her wonderful traits, are light years beyond anyone I’ve ever met since. Here the journalist Maurizio Costanzo is intrigued by the fact that part of my family still thinks she is alive. So I answered: “In realtà non ho mai ricevuto nessun tipo di prova al contrario, quindi perché dovrei seppellire mia sorella così velocemente, così facilmente? E comunque lei vivrà per sempre. Vivrà per sempre! Era una luce straordinaria! Ha alzato il livello umano nei miei occhi... È stato impossibile trovare qualcuno che fosse alla sua altezza. E che mi ispirasse così tanto. “ “In fact I have never received any evidence to the contrary, so why should I bury my sister so quickly, so easily? And anyway, she will live forever. She’ll live forever! She emanated an extraordinary light! She raised the human level in my eyes... So high it proved impossible to find someone who was enlightened as she. Who was able to inspire me so much. " We had traveled as gypsies our whole lives and in her early 20’s she went off on her own with Jack Kerouac’s “On The Road” as a guidebook of sorts. So a few years after her disappearance, when by chance I ended up becoming Allen Ginsberg’s neighbor in NYC, I thought if anyone could help me find her, he could be the one. With all his limitless knowledge of the world around him and the genuine love and respect most and all had for him. Unfortunately he passed away before that became a possibility but they both changed my life forever and I still have not given up. Happy Birthday Ylenia ! I Love You! #ylenia #yaricarrisi yleniacarrisi #yleniacarrisipower

Un post condiviso da Yari Power (@yaripower) in data:

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti