Napoli, la rabbia dei tifosi per il "top" che non c'è

Pessimismo sul ritorno di Champions a Bilbao, dove un'italiana non ha mai vinto

Il Napoli è giunto ieri pomeriggio a Bilbao. Nei bagagli di Higuain e compagni, non solo magliette e scarpini ma anche il diffuso pessimismo dei tifosi, non tanto verso la squadra ma, soprattutto, nei confronti del padrone, Aurelio De Laurentiis, accusato di non avere rinforzato la squadra con almeno un top player, per poter essere quantomeno più competitivi con le grandi d'Europa ma anche per poter puntare con maggiore convinzione allo scudetto, obiettivo dichiarato dello stesso produttore cinematografico durante il ritiro di Dimaro.

La stagione degli azzurri di Rafa Benitez è appena iniziata ma è già a una prima importante svolta.

Dopo l'1-1 dell'andata, tra i fischi del San Paolo, la qualificazione alla Champions è fortemente a rischio.

Una eventuale eliminazione pregiudicherebbe la stagione dei napoletani. Fallire subito l'impegno europeo vorrebbe dire, tra l'altro, rinunciare a una vagonata di milioni provenienti dall'Uefa, ma anche un ridimensionamento drastico delle ambizioni degli azzurri.

E, anche i la statistica delle italiane a Bilbao non dice bene al Napoli.

Sugli otto precedenti in terra basca, il Bilbao ha vinto sette volte su otto (l'ottava è stato un pareggio). Non solo: una formazione italiana non segna al San Mames da oltre quattro match (373 minuti ad esser precisi).

E mentre il Napoli è a Bilbao per giocarsi le sue chance da Champions, la dirigenza sta cercando di prendere in Spagna il mediano David Lopez, centrocampista

dell'Espanyol. Il quotidiano catalano Sport lo dà per partente per la somma di 5 milioni di euro. Mancano appena sei giorni alla chiusura del mercato ma, salvo colpi di scena, è da escludere che arrivi il «grande colpo» sognato dai tifosi e dallo stesso Benitez.

Si dice fiducioso Valverde, tecnico dell'Athletic, che conta sull'appoggio dei tifosi. Stasera il tutto esaurito, con 53 mila spettatori, di cui migliaio arrivato da Napoli, guardati a vista dalla Digos partenopea.

Dice Valverde: «Il risultato dell'andata obbliga il Napoli a fare gol. Al San Mames non c'è mai stato uno 0 a 0. Noi cercheremo di giocare come sappiamo fare e di far prevalere il nostro stile».

Rientra Zuniga, fuori Dzemaili, nella formazione che scenderà in campo dovrebbe esserci Mertens, al San Paolo entrato solo nella ripresa ma risultato determinante per il pareggio, con il «pipita» Higuain.

È ottimista Callejon, che ieri sera dallo stadio del Bilbao ha parlato con Benitez. «Il pareggio dell'andata pone l'Athletic in una situazione di vantaggio.

Ma, noi eravamo preparati a giocarcela nell'arco delle due sfide. Noi pensiamo di passare il turno, sarà una partita difficile ma vogliamo vincere».

Ed è fiducioso anche il «re di coppe» Benitez: «Giocheremo per vincere. Abbiamo fiducia in noi stessi. All'andata il Bilbao si è difeso bene ed ha fatto pressing ma noi abbiamo avuto lo stesso quattro o cinque occasioni per fare gol».

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.