Albertosi furioso: "Sono inc... nero, non mi hanno ancora vaccinato contro il Covid"

Ricky Albertosi si scaglia contro il sistema vaccinale della Toscana: "Se andiamo avanti così io prima dell'estate non sarò vaccinato. Ho paura, perché con le patologie che ho se prendo il virus muoio"

Albertosi furioso: "Sono inc... nero, non mi hanno ancora vaccinato contro il Covid"

Enrico "Ricky" Albertosi, ex grande portiere italiano di Fiorentina, Cagliari e Milan, si è scagliato contro il sistema vaccinale della Toscana per i ritardi nei vaccini. L'81enne ex estremo difensore della nazionale italiana con cui vinse l'Europeo di calcio nel 1968 si è sfogato ai microfoni di "Non è l'Arena", trasmissione condotta da Massimo Giletti: "Non mi hanno fatto ancora il vaccino e sono inc... nero. Ho 82 anni, sono cardiopatico, ho un rene solo e sto ancora aspettando il farmaco".

L'affondo

Albertosi è preoccupato di contrarre il coronavirus in quanto già cagionevole di salute e da considerarsi quindi una categoria a forte rischio: "Il mio medico riceve un flacone a settimana e può vaccinare sei persone. Ha 150 pazienti con oltre 80 anni. È partito da quelli che hanno 100 anni e sta andando a ritroso, ma se andiamo avanti così io prima dell'estate non sarò vaccinato", il grande timore dell'ex portiere che in carriera da calciatore ha messo in bacheca due scudetti, tre coppe Italia, una coppa delle Coppe una coppa delle Alpi con le maglie di Fiorentina e Milan

Albertosi ha poi svelato le sue più grandi paure che mettono ancora più in evidenza lo stato di sofferenza fisico e psicologico dei cittadini: "È un anno che non esco di casa. Ho paura, perché con le patologie che ho se prendo il virus muoio". Il classe '39 ha poi continuato con una speranza: "Devo solo aspettare, il mio medico non può far niente se non gli arrivano i flaconi. Ma mia figlia e mio genero che sono molto più giovani sono stati già vaccinati".

Una grande carriera

Albertosi è stato un grandissimo portiere che dopo essere cresciuto nelle giovanili dello Spezia ha iniziato la sua carriera in Serie A nella stagione 1956-59 tra le fila della Fiorentina con cui in 10 anni mette insieme 239 presenze in tutte le competizioni vincendo uno scudetto, due coppe Italie, una coppa delle Alpi e una Coppa delle Coppe Vince l'Europeo con l'Italia nel 1968 e poi si accasa al Cagliari dove in sei anni gioca 233 partite totali. Nel 1974-75, infine, si accasa al Milan con cui in sei anni gioca 233 partite vincendo lo scudetto e la Coppa Italia. Con la maglia della nazionale ha vinto l'Europeo anche se in porta giocò il collega Dino Zoff.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

Commenti