Autostrade elettriche, Scania ci crede

Sperimentazioni in Germania e Italia (BreBeMi). Da camion a «filoTir»

Gabriele Villa

Francoforte In un mondo che sta diventando sempre più «senza fili» ecco il modo più moderno e più rispettoso dell'ambiente per averli. I fili. E al più presto. È la molla dell'innovazione, infatti, quella che ha spinto il presidente e ad di Italscania, Franco Fenoglio, e il numero uno di BreBeMi, Franco Bettoni, a viaggiare in piena sintonia verso un progetto ambizioso. In particolare, verso la Germania, apripista nella realizzazione di autostrade elettriche. Tutti in Assia, dunque per toccare anzi viaggiare con mano la eHighway di Siemens (A5), che è stata finanziata dal ministero dell'Ambiente tedesco. La tecnologia è composta da cavi sospesi ai quali si collegano i pantografi dei camion ibridi per la ricarica delle batterie, come avviene per alcune ferrovie. E Scania (che si occuperà anche della manutenzione) si è presentata a questo appuntamento con la sperimentazione, fornendo i camion per le prime prove, dopo avere vinto la gara d'appalto: 15 truck ibridi R450 che verranno guidati nel traffico reale. Il primo mezzo verrà consegnato a maggio.

In Assia, l'autostrada elettrica è entrata in funzione in dicembre, realizzata nell'arco di circa 18 mesi, su 10 chilometri della A5, tra Francoforte e Darmstadt, una tratta dove il traffico merci rappresenta il 10% su un totale che si aggira intorno ai 130mila veicoli al giorno.

La sperimentazione durerà fino al 2022, dopodiché si deciderà se renderla definitiva ed estenderla ulteriormente (il governo federale ha dichiarato l'intenzione di elettrificare 4mila chilometri di autostrade). Quanto all'Italia, proprio sulla BreBeMi sta per essere realizzata la prima e-Highway che consentirà ai camion di viaggiare agganciati a una linea elettrica aerea. Di fatto, per intenderci, una sorta di «filoTir», l'equivalente dei filobus per il trasporto merci, che nella fattispecie saranno mezzi pesanti, con alimentazione ibrida e dotati sempre di pantografi, prodotti da Scania.

L'iniziativa prevede la sperimentazione dei primi 6 chilometri dell'autostrada (3 chilometri su ognuna delle due direzioni di marcia) che entreranno in funzione nel 2021, nel tratto compreso tra Romano Lombardo e Calcio.

«Abbiamo deciso di costituire una sorta di gemellaggio con Francoforte - ha sottolineato Fenoglio - perché vogliamo prendere spunto e copiare da chi ha già avviato questo progetto e, magari, agire anche meglio. L'elettricità che farà muovere i camion sulla nostra infrastruttura è, e sarà, tutta proveniente da fonti di energia rinnovabili».

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti