Il Bayern annienta la Lazio: 1-4 ed eliminazione dalla Champions vicina

Il Bayern campione d'Europa in carica ha battuto con un netto 1-4 a domicilio la Lazio di Simone Inzaghi. Al ritorno all'Allianz Stadium servirà un miracolo per qualificarsi ai quarti di Champions

Il Bayern Monaco campione d'Europa in carica strapazza la Lazio di Simone Inzaghi con un netto 1-4 che sa già di eliminazione dalla Champions League. I baveresi hanno fatto il bello e il cattivo tempo all'Olimpico confermandosi la squadra da battere anche in questa stagione per quanto riguarda la coppa dalle grandi orecchie. Lewandowski, il 17enne Musiala il più giovane di sempre a realizzare un gol in Champions, Sané e l'autorete di Acerbi hanno regalato un prezioso successo al Bayern di Flick e la rete di Correa ha reso solo meno amaro il passivo finale.

Ora servirà un'impresa ai biancocelesti all'Allianz Arena visto che per passare il turno servirà una grande prestazione e un grande risultato (la Lazio può passare il turno vincendo 0-4). Troppo grande ed evidente il divario tra la squadra di Inzaghi e quella del Bayern campione d'Europa che oggi ha anche dovuto fare a meno di giocatori del calibro di Gnabry, Mueller, Pavard, Tolisso e Douglas Costa. Il ritorno si disputerà tra 22 giorni, il prossimo 17 marzo, in casa dei bavaresi anche se la qualificazione appare ormai compromessa ed appesa a un filo. Nell'altro match di serata l'Atletico Madrid di Simeone perde per 1-0 in casa contro il Chelsea di Thomas Tuchel grazie al gran gol in rovesciata di Giroud.

La cronaca della partita

Il Bayern è subito aggressivo ma la Lazio troppo ingenua con Musacchio che all'8' regala un pallone sanguinoso a Lewandowski che ringrazia, salta Reina e deposita in rete. Al 18' la Lazio reclama un rigore per un contatto dubbio tra Boateng e Milinkovic-Savic e al 23' Luis Alberto ci prova ma Neuer è attento. Un minuto dopo, però, il giovane 17enne Musiala si regala il primo gol in Champions all'esordio: tiro all'angolino e Reina battuto ancora una volta.

Milinkovic-Savic ci prova al 26' ma senza convizione e al 31' Inzaghi sostituisce l'incerto Musacchio con Lulic. La Lazio prova una reazione ma al 42' Patric regala la palla a Coman che fa tutto bene entra in area e va al tiro respinto da Reina, sulla ribattuta si avventa Sané che segna il 3-0.

Nella ripresa la Lazio parte ancora una volta con il piede storto con l'autorete, goffa, di Acerbi sulla discesa da sinistra dell'immarcabile Coman. Al 49' però la Lazio segna il gol della bandiera con Correa che riceve da Luis Alberto, controlla e buca Neuer. Luis Alberto ci prova al 54' con un bel tiro a giro ma Neuer risponde presente. Immobile si accende al 63' chiamando alla parata sicura Neuer. Reina regala un'altra palla a Lewandowski che calcia in porta: trovando però la parata del portiere spagnolo.

Il tabellino

Lazio: Reina; Patric (53' Hoedt), Acerbi, Musacchio (31' Musacchio); Lazzari, Milinkovic-Savic (81' Cataldi), Leiva (53' Escalante), Luis Alberto (81' Akpa Akpro), Marusic; Immobile, Correa.

Bayern Monaco: Neuer; Sule, J. Boateng, Alaba, Davies; Kimmich, Musiala (90' Choupo-Moting); Sané (90' Sarr), Goretzka (63' Javi Martinez), Coman (75' L Hernandez); Lewandowski.

Reti: 9' Lewandowski (B), 24' Musiala (B), 42',Sané (B), 47' aut Acerbi (B), Correa (L)

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.