Brasile, meccanici e ingegneri Mercedes minacciati e rapinati

Alcuni meccanici e ingegneri della Mercedes sono stati minacciati e rapinati da dei malviventi in Brasile. Hamilton: "La F1 e i team devono fare qualcosa"

Oggi alle 17, ora italiana, prenderà il via il Gran Premio del Brasile di Formula Uno. Nella serata di venerdì, però, nei pressi di Interlagos è successo un episodio grave e spiacevole ai danni della Mercedes. Secondo quanto riportano diversi media brasiliani e non, alcuni meccanici ed ingegneri della casa tedesca sarebbero stati aggrediti, minacciati con armi da fuoco e poi rapinati. Nessuno è rimasto ferito ma resta la gravità dell'accaduto.

Lewis Hamilton, campione del mondo 2017 e pilota di punta della Mercedes, su Twitter si è sfogato mostrando tutta la sua solidarietà alle persone coinvolte nell'accaduto: "Accade ogni anno qui in Brasile, la F1 e i team devono fare qualcosa, non ci sono scuse!. In squadra sono tutti molto spaventati. Gli hanno puntato addosso, e poi alla testa, delle armi all'uscita dal circuito. Ci sono stati anche degli spari. Per favore, pregate per questi ragazzi che sono qui, e cercano di essere professionali nonostante siano così turbati".

Commenti

Luprotts70

Dom, 12/11/2017 - 16:07

Per una volta sono d'accordo con Hamilton; tutti gli anni è la solita storia. Via la F1 dal Brasile, luogo pulcioso popolato da delinquenti.

Martinico

Dom, 12/11/2017 - 19:10

Paesi comunisti... Gli stessi anziani che hanno combattuto per eliminare la dittatura militare, oggi si vergognano di quello che è diventato il loro paese e tornerebbero volentieri indietro. Veramente potevano dormire con le porte aperte. Certo per i mariuoli non era vita facile...