Cantù e Reggio gran rimonte e vanno alla bella

Reggio Emilia e Cantù trovano la felicità in fondo al pozzo dei desideri cestistici e portano alla settima partita Roma e Sassari. Rimonte disperate, Reggio da 29-45 a metà tempo, Cantù da meno 8 a 6' dalla fine. Si va alla settima partita domani. La Trenkwalder risorge con Taylor,5 su 5 da 3 e Bell, ben pilotata da Cinciarini che ha innescato anche il Cervi da 8 punti. Per Roma non bastano i 23 punti di Datome.
Pietro Aradori, 26 punti, una lama di Toledo, fa la respirazione bocca a bocca alla sua Cantù e la porta alla settima partita contro Sassari domani in Sardegna. Ci voleva il suo talento e la fede di Mazzarino per salvare una situazione che a 6' dalla fine sembrava compromessa: 65-73. Per Sassari un calcio alla sorte nella serataccia del suo generale Travis Diener, 2 su 13 al tiro, del Thorton bucato sempre da Aradori e pessimo al tiro, nella notte magica per Gordon, 21, e Brian Sacchetti, 18.
Oggi, intanto, tornano in campo e in Tv su Raisport per la sesta partita a Siena i detentori del titolo del Montepaschi e l'Emporio Armani che vorrebbe chiudere la pratica per poter respirare prima della gara uno di semifinale di sabato sera a Varese in questa maratona che prosciuga menti e muscoli in un calendario che sfinisce.

Commenti