Champions preliminari: Per Porto, Bate e Apoel una formalità Beffa Celtic

Il ritorno dei preliminari di Champions League, ha vissuto ieri la sua prima tranche di partite e sono quindi arrivati i primi verdetti. La sorpresa della serata è stata senza dubbio l'eliminazione del Celtic, il quale ha incredibilmente lasciato strada agli Sloveni del Maribor, che quindi vivranno come minimo sei notti europee accompagnate dalla musichetta della Champions League. Nelle altre partite non vi sono, invece, stati risultati sorprendenti

Jackson Martinez, autore della seconda rete lusitana Porto in Champions e Colombiano sempre più lontano dall'Italia

Prima giornata di preliminari di Champions e sono emerse le prime 4 compagini che, nella speranza che il Napoli faccia altrettanto, sono attese dai gironi ( e milioni) di Champions.

Il primo a staccare il biglietto per la fase a gironi è stato lo Zenit San Pietroburgo, che dopo aver vinto per 1 a 0 in trasferta, ha sbrigato la pratica Standard Liegi con un agevole 3 a 0 casalingo. A fare la differenza, così come all'andata, è stato Hulk, che sembra essere tornato un ottimo giocatore dopo il disastroso mondiale casalingo. L'attaccante ha segnato due goal nel secondo tempo del match con la squadra belga, la quale è andata sotto alla mezz'ora del primo tempo per un goal di Rondon, che di testa ha concretizzato al massimo un traversone di Criscito. I Russi hanno giocato la ripresa in dieci, ma gli avversari si sono dimostrati incapaci di far male e Hulk ha chiuso la partita con una doppietta, arrivata con un calcio di rigore e un goal molto bello, frutto di un doppio dribbling.

Dopo due stagioni la Champions ha di nuovo l'Apoel Nicosia tra le squadre protagonista. I Ciprioti, dopo il pari ottenuto in Danimarca, hanno asfaltato l'Alborg, vincendo con un netto 4 a 0. La partita si è sbloccata alla mezz'ora e a segnare, così come una settimana fa, è stato Vinicius, che ha approfittato di un erroraccio della retroguardia avversaria. I Danesi hanno sfiorato il pari poco dopo, ma poi a fine primo tempo hanno subito il goal del 2 a 0. Nella ripresa gli Isolani hanno quindi fatto il bello e il cattivo tempo, segnando altre due volte, prima al 64° con Alonefits e poi al 75° con l'Irlandese Sheridan.

Anche il Bate Borisov approda alla fase a gironi, dopo il 3 a 0 rifilato allo Slovan Bratislava. I padroni di casa hanno dominato, andando in vantaggio al 41°, dopo una serie di occasioni da rete. A sbloccare il match è stato Gordeychuk, al termine di una bellissima azione. Nel secondo tempo il copione non cambia e il Bate trova altri due goal nel finale, dopo una serie di occasioni mancate.

In uno dei confronti più interessanti di questi preliminari, quello tra Porto e Lilla, i Portoghesi si sono dimostrati più forti e dopo aver trionfato per 1 a 0 in Francia hanno bissato il successo, vincendo 2 a 0 tra le mura amiche. Il match non è mai stato in discussione e l'affermazione dei Lusitani porta le firme di Brahimi, in goal dopo pochi minuti e di Jackson Martinez, che ha segnato al 64°.

Il Celtic, che ha giocato questo doppio confronto a causa dell'errore del Legia Varsavia di cui tutti sanno, è riuscito a non passare il turno. Fatale è stata la sconfitta casalinga con il Maribor, arrivata per un goal di Tavares ad un quarto d'ora dalla fine. Gli Scozzesi hanno avuto varie occasioni per andare in vantaggio, ma l'imprecisione e la sfortuna (leggi: traversa colta al 56° da McGregor) hanno condannato la squadra. Inutile dire che i tifosi del Legia (estromessi dopo una doppia affermazione contro il Celtic, complice l'aver schierato un giocatore sotto squalifica) hanno gioito dell'eliminazione del Celtic, augurandosi di poter ritrovare gli Scozzesi in Europa League.