"Dispiace lasciare in un anno senza trofei", Chiellini dice addio alla Juventus

Giorgio Chiellini appenderà le scarpe al chiodo dopo 22 anni di carriera, 17 dei quali alla Juve. "Con gioia e serenità lascio questa squadra e sarò il primo tifoso"

"Dispiace lasciare in un anno senza trofei", Chiellini dice addio alla Juventus

558 partite, che diventeranno 560 concluso il campionato, 34 reti realizzate in tutte le competizione in 17 stagioni ricche di vittorie e di soddisfazioni con ben 20 titoli messi in bacheca tra scudetti e coppe nazionali. Questo il bilancio di Giorgio Chiellini con la maglia della Juventus. Il difensore toscano al termine del match di Coppa Italia perso contro l'Inter di Simone Inzaghi ha annunciato di fatto il suo ritiro, anche se la notizia era nell'aria da tempo: "Dispiace lasciare con un anno senza vittorie dopo dieci anni, va accettato. Ci deve rimanere qualcosa dentro per i prossimi anni - il suo amaro commento -. Lunedì festeggerò e saluterò il mio Juventus Stadium, ma cedo lo scettro a tanti giovani".

Il saluto del guerriero

Chiellini ha sempre fatto del sacrificio e dell'abnegazione le sue più grandi qualità e in questi anni si può dire che sia stato proprio lui l'anima della Juventus: "Con gioia e serenità lascio questa squadra e sarò il primo tifoso della Juventus, questa è la mia scelta al 100%, lunedì saluterò il mio Stadium, poi magari faccio qualche scampolo a Firenze. Qualcosa non è andato, c'è stato un percorso di miglioramento ma siamo lontani dalla squadra più forte: bisogna fare però un'analisi più ampia, il Milan è meno forte dell'Inter ma è davanti. Ci vuole continuità nel carattere e nella voglia: manca qualcosa che è stato nel dna della Juve per anni e va ritrovato. Ci sono i cicli, fa parte della vita: bisogna avere l'energia che ci può far ripartire".

Chiellini ha poi chiuso facendo i complimenti a Massimiliano Allegri, indicandolo come la persona giusta per ripartire:"Il mister è la persona migliore per trasferire questo dna, il prossimo anno questa squadra non può accettare di finire senza titoli. L'importante è essere consapevoli di questo processo, io ho vissuto anche due settimi posti: ci è voluto tempo e siamo ripartiti, ora tocca ai ragazzi continuare. Io ho fatto quello che potevo, spero di aver lasciato qualcosa: cedo lo scettro ai giovani. È una mia scelta, oggi non ce la facevo più ma ho dimostrato di esserci ancora: lascio con serenità, sarò il più grande tifoso".

Chiellini giocherà la sua ultima partita in carriera contro l'Argentina e dunque Lazio, Fiorentina e Albiceleste saranno le sue ultime tre avversarie sul campo. Unico rammarico con la Juventus aver sfiorato per ben due volte la conquista della Champions League

Commenti