Empoli-Roma 0-1 ancora Nainggolan decisivo, Giallorossi in vetta

Nel primo anticipo della seconda giornata di serie A, la Roma di Rudy Garcia resta a punteggio pieno grazie ad una autorete del portiere toscano nel recupero del primo tempo. Nel secondo ritmo blando con i Giallorossi che controllano la gara portando a casa un risultato prezioso

Dopo la rete alla Fiorentina all'esordio, ancora decisivo Nainggolan

Allo stadio Castellani di Empoli continua la corsa di testa della Roma, che per qualche ora stacca la diretta rivale Juventus, battendo i Toscani con una autorete causata dal portiere Sepe, con il pallone che gli rimblaza sulla schiena in un rimpallo dopo che il palo aveva respinto un tiro di Nainggolan scagliato da una distanza notevole. L'Empoli ha giocato una buona prima parte di gara ed un eventuale pareggio al termine dei primi 45 minuti sarebbe stata la fotografia esatta della gara. In questa prima parte resta un dubbio su una respinta di Tonelli con un braccio, dopo un tiro scagliato da Maicon. La seconda parte di gara è invece andata avanti con un ritmo blando e la Roma che ha controllato bene le trame offensive dell'Empoli anche grazie al subentrante Keita.

All'avvio Garcia cambia ben cinque uomini rispetto alla formazione di partenza contro la Fiorentina, rinunciando per tutta la durata della gara sia al capitano Totti che a Iturbe, forse in vista della gara di Champions League. Anche perr Gervinho solo uno scampolo di partita nel finale. Sarri ha schierato i suoi in maniera impeccabile, con Verdi in posizione di trequartista nel suo 4 – 3 – 2 – 1, che almeno nella prima parte di gara ha messo più volte in difficoltà la squadra di Rudy Garcia.

La prima occasione capita proprio a Verdi, dopo soli 3 minuti di gioco, ma il giovane di scuola rossonera non riesce ad agganciare la palla su un bel lancio di Valdifiori. Poi entrano in azione i Giallorossi che all'11° tirano a rete con Florenzi ben servito da Nainggolan, ma Sepe respinge il destro al volo del Romanista. Segue una lunga fase durante la quale le due formazioni si studiano, ed è l'Empoli al 39esimo a portare il pallone in area per Tavano, però chiuso da Manolas. Il pericolo scuote i Giallorossi, che accelerano nel finale del primo tempo, prima con un cross ancora di Nainggolan e Maicon che sbaglia in modo clamoroso dopo la sponda da parte di Florenzi, poi quando è stato da poco superato il 45° l'autogoal già descritto che manda la Roma in vantaggio al riposo.

Nella ripresa la Roma tiene bene il possesso di palla, grazie anche alla maggiore esperienza dei suoi giocatori. Il primo pericolo lo crea comunque l'Empoli con Verdi che dopo aver effettuato una serie di dribbling vede il suo tiro deviato da parte di Manolas. Al 12° è Maicon a sprecare, cercando di battere Sepe con un tiro a "cucchiaio", poi al 27esimo è la volta dei Toscani a reclamare per un rigore per un contatto in area tra Manolas e l'attaccante empolese Michelidze. L'arbitro lascia correre e sulle proteste del tecnico toscano Sarri, lo espelle. La Roma sente la stanchezza ed inizia a controllare con Keita che entra i mediana, e Garcia mette anche Gervinho per sfruttarne le doti di velocità. L'Empoli ci prova ancora ma sia Michelidze che il subentrante Zielinski non riescono a superare un attento De Sanctis.

Alla fine il conto dei corner dice 8 – 0 e questo fa capire come la pericolosità dei Giallorossi sia stata relativa, ma quel che contava erano i tre punti e Garcia può far festa, anche se già da stasera la testa dei suoi uomini dovrà essere rivolta al Cska che farà visita alla Roma mercoledì sera per l'esordio in Champions League, in un match decisivo ai fini degli esiti del girone.