Ibrahimovic annuncia: ''Ci vediamo presto in Italia''

Ibra sul suo futuro: ''Andrò in una squadra che deve vincere di nuovo. Solo così riuscirò a trovare gli stimoli necessari per sorprendervi ancora''

"Andrò in una squadra che deve vincere di nuovo, che deve rinnovare la propria storia, che è in cerca di una sfida contro tutti'' è l'ultimo messaggio lanciato da Zlatan Ibrahimovic.

Sempre più voglia di Italia. Dopo aver lasciato i Los Angeles Galaxy, Ibra ora è svincolato e dal mese di gennaio potrà essere ingaggiato a parametro zero. L'attaccante svedese ha svelato nuovi particolari sul suo futuro con un'intervista rilasciata qualche giorno fa a Gq Italia in uscita in queste ore in Italia: ''Andrò in una squadra che deve vincere di nuovo, che deve rinnovare la propria storia, che è in cerca di una sfida contro tutti. Solo così riuscirò a trovare gli stimoli necessari per sorprendervi ancora... Come calciatore non si tratta solo di scegliere una squadra, ci sono altri fattori che devono quadrare. Anche negli interessi della mia famiglia... Ci vediamo presto in Italia''.

Zlatan si è detto in cerca di nuovi stimoli dopo l’addio alla Major League Soccer, campionato dove ha realizzato 52 gol in 58 partite: ''Sono molto contento di aver fatto questa esperienza a Los Angeles, anche perchè dopo l’infortunio molti dicevano che non sarei più stato in grado di giocare, invece ho dimostrato che posso ancora fare la differenza. Ma dopo due anni ho detto basta. Qui a livello tecnico e tattico devono ancora crescere. Per correre, corrono, fisicamente sono delle bestie. Ma non sono abituati a giocare con i piedi, perchè in tutti i loro sport tradizionali, baseball, football, basket, usano le mani''.

La tappa è l'Italia e diverse erano le pretendenti a contendersi il campione di Malmoe. Sembra sfumare sempre di più la destinazione Napoli, con i partenopei in piena crisi mentre resta alla finestra il Bologna. "Se arriva è per il rapporto d'amicizia che c'è tra noi'' aveva detto l'allenatore Sinisa Mihajlovic. A questo punto prende sempre più corpo l'ipotesi Milan, con l'offerta ufficiale presentata al calciatore di un contratto da 18 mesi a 6 milioni netti e la possibilità di liberarsi a giugno. I rossoneri lo vorrebbero a Milanello già da inizio dicembre per farlo ambientare in squadra nel minor tempo possibile ed averlo pronto in campo a gennaio alla riapertura del mercato. Intanto Ibra riflette prima di dare una risposta definitiva. Nelle ultime ore la manovra di avvicinamento tra le parti sembrava aver subito un rallentamento ma le ultime dichiarazioni accendono sempre di più l'entusiasmo dei tifosi rossoneri, ansiosi di godersi un finale che sembra già scritto.

Segui già la nuova pagina Sport de IlGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.