Inter, ecco tutti gli obbiettivi di mercato di Zhang e Marotta

In attesa dell'arrivo di Marotta, l'Inter è già molto attiva sul mercato. Vicino il difensore Andersen, in attacco il sogno è Martial mentre si segue il giovane Tonali del Brescia

Mentre si attende l'ufficialità per l'arrivo di Beppe Marotta, l'Inter sta già pianificando gli obbiettivi per le prossime finestre di mercato.

Riportare l'Inter ai vertici in Italia e in Europa, questo l'ambizioso obbiettivo del neo presidente Steven Zhang e di Beppe Marotta, che sarà ufficialmente operativo per la sua nuova società tra dicembre e gennaio. Intanto la società nerazzurra sembra stia già individuando i prossimi obbiettivi di mercato.

Passi importanti sono stati mossi per il centrale danese Joachim Andersen della Sampdoria, rivelazione di questo inizio stagione. Ferrero valuta il difensore oltre 25 milioni ma con la speranza di ripetere il successo dell'affare Skriniar, le parti sembrano vicine ad un'intesa su una parte cash ancora da limare e la contropartita di giovani interessanti come Emmers o Colidio.

In stand by il sogno Modric, grande obbiettivo sul mercato internazionale è il francese Anthony Martial in forza al Manchester Utd. Attaccante dalle indiscusse qualità, ma utilizzato a singhiozzo da Mourinho, andrebbe in scadenza di contratto a giugno non avendo ancora firmato il rinnovo. Un contratto quadriennale e un ruolo di primo piano nella rosa di Spalletti potrebbero bastare per convincere l'entourage del francese a vestire i colori nerazzurri.

Probabile l'addio degli elementi della rosa più avanti con l'età: Miranda, Borja Valero, Ranocchia e Candreva mentre si valutano attentamente le prestazioni dei giovani di proprietà come Radu, Bastoni, Di Marco che potrebbero tornare per integrare la rosa. Intanto i nerazzurri si sono iscritti all'asta per Sandro Tonali, centrocampista classe 2000, nuovo enfant prodige del calcio italiano per cui sarà necessario battere la dura concorrenza di Roma e soprattutto Juventus.

In ultimo l'Inter dovrà rispettare per l'ultima volta i paletti imposti dal settlement agreement, che costringeranno il club a generare plusvalenze per 40-50 milioni di euro entro il 30 giugno. Potrebbe essere necessaria a questo punto la cessione di un big, l'indiziato numero uno sembra essere Milan Skriniar, appetito dai top club europei e ancora in attesa di rinnovo. Sarebbe un duro sacrificio ma cedere un prezzo pregiato per poi reinvestire è stata una strategia spesso vincente di molti grandi club tra cui anche la Juventus di Marotta.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.