Inter, via Handanovic: ecco i possibili sostituti

Sono tanti i nomi sul taccuino di Piero Ausilio per sostituire, in caso di partenza, Samir Handanovic che ha palesato la voglia di giocare la Champions League

Inter, via Handanovic: ecco i possibili sostituti

Samir Handanovic è stato chiaro: “Mi pesa non giocare la Champions League”. Il portiere sloveno, al termine del match vinto contro l’Empoli, ha palesato il suo malessere ed ha gettato nubi sul suo futuro in nerazzurro, nonostante un contratto firmato a dicembre fino al 30 giugno del 2019. Il classe 84, è alla sua quarta stagione in nerazzurro e, all’alba dei 32 anni, non ha ancora vinto niente e non ha mai partecipato alla competizione per club più bella ed importante al mondo. Anche il vice Presidente Javier Zanetti è stato molto esplicito riferendosi agli sfoghi di Handanovic e Jovetic: “Chi veste la maglia dell'Inter deve essere sempre contento e fiero di indossarla. Se a loro non andrà più bene, ne parleremo e troveremo una soluzione”.

Chelsea ed Arsenal hanno dimostrato un grande apprezzamento per il portiere sloveno che ha comunque molto mercato in tutta Europa. L’Inter è disposta a cederlo ma per una cifra pari o superiore ai 15 milioni di euro. Piero Ausilio ha già individuato diversi sostituti nel caso in cui Handanovic venisse ceduto. Il primo nome sulla lista del direttore sportivo nerazzurro è quello di Mattia Perin estremo difensore del Genoa. Il classe 92 è attualmente ai box per un infortunio al ginocchio ed è già da tempo in orbita dell’Inter: serviranno almeno 10 milioni di euro per strapparlo a Preziosi. Salvatore Sirigu è un altro nome gradito a Roberto Mancini. Il classe 87 vuole lasciare il Psg per giocare con continuità ed ha il contratto in scadenza il 30 giugno del 2018.

Ci sono, poi, altri due nomi che stuzzicano la fantasia del club di Corso Vittorio Emanuele. Il primo è quello di Marco Sportiello, classe 92, che ha dimostrato tra le fila dell’Atalanta di essere un ottimo portiere pronto per fare il salto di qualità. Il secondo è quello del brasiliano Neto, riserva nella Juventus, classe 89. L’ex estremo difensore della Fiorentina non vuole fare la riserva di Buffon e dunque un suo addio appare certo, l'Inter lo tiene sotto osservazione anche se non sarà facile strappare Neto, a un prezzo contenuto, alla Juventus. Infine, c’è anche il nome di Ederson, portiere del Benfica. Classe 93, si sta ben disimpegnando tra le fila della squadra lusitana dopo aver preso il posto, per via di un infortunio, di una vecchia conoscenza dell’Inter: Julio Cesar.

Commenti