Italia, Bonucci e il razzismo: "Debelliamo questa piaga"

Bonucci ha affrontato il tema razzismo in conferenza stampa alla vigilia di Armenia-Italia: "Ci sono i mezzi e le strutture tecnologiche per prendere i colpevoli e non farli più entrare nei nostri stadi"

Questa sera alle ore 18 l'Italia di Roberto Mancini se la vedrà contro l'Armenia, in trasferta, in una sfida valida per la qualificazione ad Euro 2020. Gli azzurri sono alla ricerca di una vittoria netta, rotonda e che possibilmente passi dal bel gioco mostrato nelle precedenti uscite. Uno dei giocatori più esperti di questa nazionale è sicuramente il difensore della Juventus Leonardo Bonucci, che ha affrontato diversi temi tra cui quello dell'infortunio di Giorgio Chiellini: “A Giorgio va anzitutto un grande in bocca al lupo: l’ho sentito carico per iniziare questa sfida. Inutile negarlo, mancherà: la sua esperienza, il carisma, la leadership, la capacità di gestione all’interno della partita, di aiutare i compagni. Lo aspettiamo a braccia aperte”.

Bonucci ha poi analizzato la partita che l'Italia andrà a giocare contro l'Armenia che vedrà come protagonista Henrix Mkhitaryan nuovo acquisto a sorpresa della Roma: “La Roma ha fatto un grande acquisto. È un giocatore importante a livello internazionale, fra l’altro il primo che incontrai nel mio esordio in Champions contro lo Shakhtar. Il campionato italiano non è facile, ma troverà il suo spazio e darà una grande mano alla Roma”. L'ex difensore del Milan ha poi toccato il tema dei "troppi" stranieri nel campionato italiano: "Credo sia un problema per il mister che deve fare le convocazioni. Tanti stranieri, sì: però i giovani che prima non giocavano oggi sono titolari e hanno anche ruoli importati. E più i giovani aumentano la loro esperienza internazionale, meglio è per la Nazionale”.

Bonucci, che nella passata stagione fu criticato da Lilian Thuram per aver parlato in maniera troppo morbida di razzismo sul caso Kean, è stato poi interpellato su quanto accaduto a Romelu Lukaku a Cagliari con parte dei tifosi sardi che si sono resi protagonisti di alcuni buu razzisti: "Non ho letto quel comunicato, dunque non posso giudicare. Di sicuro la situazione è delicata, ma ci sono i mezzi e le strutture tecnologiche per prendere i colpevoli e non farli più entrare nei nostri stadi. È un problema che esiste anche in altri campionati e in assoluto non è corretto generalizzare. Detto questo, è una piaga che va debellata”.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

Commenti
Ritratto di 98NARE

98NARE

Gio, 05/09/2019 - 12:13

il Razzismo in ITALIA nel Calcio NON ESISTE !!!!!

DaniPedro

Gio, 05/09/2019 - 17:06

...non vedo tutto questo zelo, quando viene insultato un bianco...