Juventus mercato: poker di idee "Mondiali"

Mercato bianconero che ruota attrono a Brasile 2014. Tante idee, ma con la rassegna mondiale anche prezzi destinati a lievitare.

Darmian, obiettivo bianconero

Tra i giocatori impegnati in Brasile che Marotta segue, ha fatto un ottimo esordio Sanchez. Il Cileno, autore di una rete e di un assist contro l'Australia, piace molto alla società bianconera anche per la giovane età. Secondo alcuni l'intesa con l'attaccante sarebbe cosa fatta, ma mancherebbe ancora quello con il Barca, che per lasciarlo partire vuole una cifra che Agnelli giudica esagerata. Il suo arrivo permetterebbe a Conte di varare il 4-3-3 con cui ritiene di poter far dire la sua alla Juve anche in Europa, ma, nelle ultime ore, visto l'intransigenza catalana nella richiesta, Bianconeri in pressing sull'Hellas per Iturbe.

Un altro nome, sempre protagonista in Brasile, che è seguito dalla "Vecchia Signora" è quello di Candreva, uno degli artefici del nostro ottimo esordio. L'interno ora è di proprietà della società di Lotito, ma ha fatto chiaramente capire che vorrebbe cambiare maglia, in quanto la sua aspirazione è scendere in campo in Champions. La Lazio, però, vorrebbe almeno 30 milioni di euro e la Juve starebbe pensando ad una serie di contropartite, Quagliarella e Ogbonna i nomi, per ridurre l'entità dell'esborso denaro contante.

La società è risaputo, inoltre, è a caccia anche di una punta centrale e in questo senso ha colpito la prestazione offerta da Drogba, che, entrato nella ripresa con la Costa d'Avorio in svantaggio, ha trascinato la sua compagine alla rimonta contro i Nipponici. Tuttavia l'età e l'elevato ingaggio continuano a suscitare perplessità, per la verità più da parte del tecnico che della società. Per quanto riguarda il reparto difensivo, il Brasile ha messo sotto i riflettori dei top club il granata Darmian, il quale è entrato anche nei radar bianconeri. La sua versatilità tattica (può fare più ruoli nel reparto arretrato) e la sua giovane età ne fanno un giocatore adatto al progetto tattico di Conte.

Infine la società starebbe per riportare a "casa" Berardi, mentre non avrebbe ancora deciso come muoversi per la comproprietà di Gabbiadini, per cui è previsto a breve un vertice con i Blucerchiati anche per superare le resistenze del talentuoso attaccante, contrario ad un nuovo rinnovo della comproprietà.