Juventus, il messaggio di Agnelli: "Anche io in isolamento, state a casa"

Il numero uno della Juventus con un video su Twitter ha voluto mandare un messaggio sociale visto il difficile momento per via dell'emergenza coronavirus: "Dimostriamo di essere distanti ma uniti"

La notizia della positività al coronavirus di Daniele Rugani ha avuto una grande risonanza in giro per il mondo e soprattutto ha avuto grande ripercussioni sulla Juventus che ha dovuto mettere tutti i suoi giocatori e lo staff in quarantena forzata. Tra di loro, anche il presidente Andrea Agnelli si è messo volontariamente in isolamento e ha fatto un video per dimostrare la sua vicinanza a tutti in questo momento delicato: "In un momento così delicato come Juventus crediamo di poter dare il nostro contributo. Torino e il Piemonte sono i nostri territori, i luoghi in cui viviamo e vogliamo fare la nostra parte in questa emergenza".

Il numero uno del club di Corso Galileo Ferraris ha poi continuato: "Per riuscirci dobbiamo innanzitutto rispettare le regole e le indicazioni che ci vengono fornite dalle autorità. Oltre questo possiamo e dobbiamo fare qualcosa in più per tutti quei medici e infermieri impegnati giorno e notte per far fronte a questo difficile momento. Ognuno di noi può fare la sua parte, aiutaci a condividere questa campagna! Dimostriamo che siamo tutti distanti, ma uniti".

La Juventus, dunque, partecipa alla raccolta fondi per sostenere il sistema sanitario piemontese con il grande obiettivo di sostenere le strutture sanitarie e tutto il personale che in questi giorni sta lavorando h24 per gestire questa triste emergenza. Le donazioni raccolte andranno a favore dell’inizativa "Regione Piemonte-Sostegno emergenza Coronavirus" promossa appunto dalla regione Piemonte.

121 persone tra calciatori e membri dello staff sono stati dunque messi in isolamento e saranno sottoposti ai tamponi per stabilire se qualcuno ha contratto il covid-19, anche se ci si augura che sia alla Juventus che alla Sampdoria, vista anche la positività di Manolo Gabbiadini, non ci siano ulteriori casi. Tutti sono in isolamento, la maggior parte dei quali presso la struttura J Hotel struttura adiacente all'Allianz Stadium. CR7 si trova invece in Portogallo e lo staff sanitario ha fatto sapere che desta in buone condizioni di salute. I prossimi giorni saranno decisivi per capire se ci sarà stato un contagio a tappeto in Serie A o se sarà stato un caso circoscritto al giovane difensore e all'attaccante ex Napoli che è in isolamento proprio come il collega bianconero

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.