Juventus, Del Piero bacchetta CR7: "Il suo è stato un brutto gesto"

Alessandro Del Piero ha dato la sua opinione sul gesto di Cristiano Ronaldo nei confronti del gruppo e di Sarri: "Lasciare lo stadio con la partita in corso non è un buon comportamento, non è stato bello"

Alessandro Del Piero è una vera e propria icona della Juventus e del calcio italiano. Il fuoriclasse di Conegliano ha scritto pagine importanti della storia del club di Corso Galileo Ferraris con cui ha messo insieme 705 presenze condite da 290 reti. Del Piero ha vinto praticamente tutto con la Juventus e anche con la nazionale italiana è riuscito a vincere il mondiale del 2006 in Germania. Le sue presenze con la maglia azzurra sono 91 condite da 27 reti.

Del Piero si è sempre distinto in campo e fuori per un atteggiamento esemplare e anche lui, come tanti altri addetti ai lavori, ha voluto dare la sua opinione sul caso Cristiano Ronaldo-Sarri. L'ex capitano della Juventus ha parlato ai microfoni del quotidiano spagnolo AS entrando in tackle sul campione portoghese: "Lasciare lo stadio con la partita in corso non è un buon comportamento, non è stato bello".

Pinturicchio, com'era stato soprannominato dall'Avvocato Agnelli ha poi continuato: "Quel gesto non è stato bello, ma ciò che conta di più è il comportamento che Ronaldo tiene in allenamento ogni giorno. Cristiano è un grande professionista e i compagni lo rispettano molto, quello è l'importante. Segna meno rispetto a quando giocava in Spagna perché ogni stagione è diversa e poi segnare in Italia non è facile, l'attenzione difensiva e la preparazione tattica da noi spesso è esasperata".

Del Piero si è poi stupito di come la Juventus abbia scelto Maurizio Sarri per rimpiazzare Massimiliano Allegri: "Mi ha sorpreso che la Juventus abbia pensato a lui per sostituire Allegri visto il suo passato al Napoli e mi ha sorpreso la fine del rapporto con Allegri. Non pensavo che la Juventus avrebbe chiuso così presto un rapporto così vincente. Sarri ha bisogno di tempo, il suo gioco si è visto solo in alcuni momenti in certe azioni offensive, con un possesso palla continuo ma non sterile come nel gol di Higuain contro l'Inter. Non bisogna aspettarsi una copia di Napoli o Chelsea, ogni squadra e ogni campionato ha bisogno di un progetto su misura".

Domani la Juventus sarà impegnata contro l'Atletico Madrid di Diego Pablo Simeone ma non è ancora chiaro se Cristiano Ronaldo ci sarà dato che Maurizio Sarri è stato ermetico in conferenza stampa: "Sta meglio. Buon rapporto con lui. Il mio rapporto col giocatore è buono. Se un giocatore si arrabbia per una sostituzione sono contento, soprattutto da un giocatore che ha vinto tutto, vuol dire che ha ancora motivazioni forti".

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.