Juventus, Rugani: "Sono positivo ma sto bene". CR7 esiliato in Portogallo

Il difensore della Juventus ha voluto tranquillizzare tutti sul suo stato di salute: "Sto bene e in questo momento però sento ancora di più il dovere di ringraziare tutti i medici e gli infermieri"

La notizia della positività al test del covid-19 da parte del difensore della Juventus Daniele Rugani ha scosso un po' tutti nel mondo del calcio italiano. Il club bianconero ha prontamente comunicato come il suo tesserato sia risultato positivo seppur asintomatico e ha anche informato che farà seguire a tutti i suoi tesserati l'iter necessario per arginare questo problema diventato ormai mondiale e non più solo italiano ed europeo. L'Inter stessa, che ha giocato proprio contro la Juventus domenica 8 marzo, ha deciso che prenderà tutte le precauzioni del caso con i giocatori che saranno messi in quarantena.

Rugani tranquillizza tutti

Rugani ha però voluto tranquillizzare tutti sul suo stato di salute e l'ha fatto dalla sua pagina ufficiale di Instagram: "Avrete letto la notizia e per questo ci tengo a tranquillizzare tutti coloro che si stanno preoccupando per me, sto bene". Il pensiero del difensore della Juventus va poi ai medici, infermierie e staff sanitario che stanno svolgendo un lavoro enorme: "In questo momento però sento ancora di più il dovere di ringraziare tutti i medici e gli infermieri che stanno lottando negli ospedali per fronteggiare questa emergenza".

Chiusura con un avviso a tutti quanti i cittadini italiani di rispettare le regole: "Invito tutti a rispettare le regole, perché questo virus non fa distinzioni! Facciamolo per noi stessi, per i nostri cari e per chi ci circonda. #grazie". Anche Claudio Marchisio ha commentato il suo post: "Forza amico mio", e con lui anche la fidanzata di Rugani, la giornalista Michela Persico: "Sta già bene! È positivo ma asintomatico. Nessun sintomo. Per questo l’Italia raccomanda a tutti di stare a casa! perché in molti casi si ha senza nemmeno saperlo ! Aiutiamoci e tutto passa"

CR7 esiliato

Cristiano Ronaldo qualche giorno fa è volato in Portogallo per stare vicino alla madre Dolores, colpita da ictus qualche giorno fa. Sembra sia stato lo stesso CR7 a decidere di volare a Madeira in attesa di conoscere gli sviluppi legati all'emergenza sanitaria che ha colpito il mondo. L'ex Real Madrid, tra l'altro, pare fosse contrario al fatto di disputare la sfida contro il Lione che non ci sarà proprio per quanto accaduto a Daniele Rugani.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

claudioarmc

Gio, 12/03/2020 - 11:23

Grazie alla Lega Calcio, era proprio necessario giocare domenica? Non si era capita la gravità della situazione? Che stipendi ha questa classe dirigente dilettantesca?

scorpione2

Gio, 12/03/2020 - 14:22

mi auguro che il presidente zhang mantemga la promessa fatta alla lega e cioe' se dopo la partita juve inter verrano accertati casi che danneggiano l'inter ci saranno denunce nei confronti della lega.

scorpione2

Gio, 12/03/2020 - 14:30

ha fatto bene zhang nel dare dell'incompetente a ignorante a pino pino della lega, si e' piegato supinamente ai voleri di agnelli hanno voluto giocare nonostante il pericolo virus e adesso come minimo dovrebbe pagare le conseguenze, lo trasferirei come direttore dei penetenziari.

COSIMODEBARI

Gio, 12/03/2020 - 15:00

A me piacevano tanto gli interrogativi di Andreotti, uno su tutti è il seguente, a volte a pensare male ci si azzecca. Ma per caso Rugani aveva già da domenica mattina il referto della sua positività da asintomatico al Coronavirus?

Ritratto di Dux1962

Dux1962

Gio, 12/03/2020 - 16:54

Rigore per la Juve!

Anticomunista75

Gio, 12/03/2020 - 18:33

auguri di guarigione.