"Leclerc sfortunato, ora si calmi", Binotto spegne il pilota ma i nervi restano tesi

Il monegasco ha espresso tutta la sua amarezza per il quarto posto di Silverstone con Binotto che ha provato a fare da pompiere: "Non c'era tempo per fargli fare il pit stop"

"Leclerc sfortunato, ora si calmi", Binotto spegne il suo pilota ma i nervi restano tesi

Nel giorno della prima vittoria in Formula Uno di Carlos Sainz jr al Gp di Silverstone c'è una faccia triste e amareggiata in casa Ferrari: si tratta di Charles Leclerc. Il pilota monegasco arrivato quarto al traguardo è rimasto deluso per una strategia dei box che non gli è affatto piaciuta e che lo ha penalizzato. Leclerc non ha nascosto la sua delusione dopo una gara di altissimo livello: "Un'altra gara dove ho fatto di tutto, e di più non potevo, ma il risultato finale non è arrivato. Con quelle gomme non c'era modo di difendermi", l'affondo del monegasco che ha "criticato" la strategia del suo muretto di non farlo rientrare ai box per un altro cambio gomme che gli avrebbe permesso di tentare l'assalto al podio.

Nervi tesi e amarezza

Dopo i due ritiri, cocenti, rimediati a Barcellona e Baku quando era in testa a tutti, nelle ultime due gare la strategia del Cavallino ha penalizzato Leclerc. Il 24enne monegasco ha però trovato il tempo di fare i complimenti al suo compagno di scuderia che dopo la pole position di sabato ha dato continuità disputando una grandissima gara: "Bravo Carlos, ha realizzato il suo sogno. Ma dalla mia parte c'è soltanto delusione". Leclerc ha poi affondato il colpo: "Abbiamo differenziato le strategie, ma non è stata la scelta giusta", in riferimento alla scelta del box Ferrari di non fargli fare un ulteriore pit stop quando è entrata in pista la safety car per il problema di Ocon.

Il pilota monegasco non ha poi usato mezzi termini per definire il suo pensiero pur tenendo il focus della giornata sulla vittoria del suo compagno di scuderia: "È stata una gara frustrante, ho l'impressione di aver perso tempo nella prima parte. È abbastanza chiaro che abbiamo perso un'occasione per la mia classifica Mondiale. Però non vorrei neanche spostare l'attenzione dalla vittoria di Carlos, è una grande giornata per lui".

La risposta di Binotto

Il team principal della Ferrari Mattia Binotto ha risposto così al suo pilota cercando di fare da pompiere dandogli pure una raccomandazione: "Il quarto posto di Charles è il frutto di circostanza esterne, se non fosse stato per la safety... Ha fatto una gara super, glielo ho detto come gli ho anche detto di calmarsi. Era impossibile effettuare una doppia sosta in contemporanea, non c'era abbastanza distanza fra le due vetture. Se lo avessimo fatto chi stava dietro, Carlos, avrebbe perso posizioni". La Ferrari ha deciso di non sacrificare la vittoria di Sainz e a rimetterci è stato proprio Leclerc: "Charles era in testa, doveva mantenere la leadership altrimenti magari altri avrebbero continuato. Pensavamo poi che il degrado delle gomme sarebbe stato meno elevato".

Commenti