Lucio, Pato e Robinho: saudade vista Mundial per i brasiliani d'Italia

Il primo lascia la Juve dopo il flop. I campioni del mondo del Corinthians pronti a tutto per avere Pato. Robinho triste

Effetto Rio mundial 2014, Lucio, Robinho e Pato ci stanno pensando, in patria li chiamano, tutto è possibile.
«La Juventus ha vinto 30 scudetti, sono qui per vincere il trentunesimo», Lucio quattro mesi fa, il delitto perfetto a costo zero. Poi la confessione a un quotidiano tedesco: «La Juventus? La più brutta esperienza della mia carriera». Ieri la rescissione consensuale dopo aver vinto la classifica di bidone d'oro bianconero. Ha convinto proprio tutti con un exploit da record, una sola presenza in campionato. Antonio Conte in privato lo aveva subito bollato come incapace, ieri Chiellini ha detto la sua: «Nell'ultimo anno, Barzagli, Bonucci ed io siamo riusciti a creare un blocco unico, ci conosciamo bene, giochiamo a memoria. Ci sono tanti buoni difensori in giro ma dubito che nella nostra difesa potrebbero fare meglio». In 17 gare di campionato 10 gol, altro non serve. Lucio aveva firmato un biennale, la Juve pur di scaricarlo gli ha pagato per intero questa stagione e siccome Juvenal Juvencio, presidente del San Paolo, lo voleva già a giugno, in Brasile danno per certo il suo ritorno. I bookie lo bancano: San Paolo 60 per cento, 30 al Wolfsburg, 10 al Galatasaray. Un'altra paulista, il Santos, sta massacrando di telefonate Robinho dopo una prima offerta di sei milioni respinta dal Milan. Lui ha apertamente parlato a Massimiliano Allegri di saudade, con 10 mln il Milan lo lascia partire, le ultime notizie danno Mino Raiola a San Paolo per trattare. Odilio Rodrigues, vicepresidente del Santos, è convinto: «Robinho è il grande sogno dei nostri tifosi, stiamo ancora tentando, continueremo a crederci fino all'ultimo, lo vogliamo subito».

E adesso Pato, tormentone estivo fuori stagione. Per celebrare il titolo di campione del mondo il Corinthians ha deciso di fare un investimento pesante e l'obiettivo è nuovamente Alexandre. Trattative nei mesi scorsi, contatti telefonici tra giocatore e allenatore della squadra paulista Tite, irremovibile la dirigenza rossonera che preferirebbe cedere Pato solo per i prossimi sei mesi augurandosi un suo recupero completo. Così il Corinthians avrebbe cambiato strategia, le entrate si sono decuplicate, nuovi accordi commerciali, banche, Nike, merchandising, il titolo mondiale ha portato quattrini e adesso il club vuole la metà del cartellino. La stampa brasiliana da per riaperta la trattativa, Pato ha ribadito di aver voglia di tornare in patria per giocarsi al meglio le chances di convocazione per il Mundial.

Loro lasciano l'Italia, Ferrara e Cosmi le panchine. Ciro è al secondo esonero, il suo è un flop pesante quasi come quello di Lucio. L'eliminazione dall'Inter in coppa Italia gli costò la panchina della Juventus il 26 maggio 2010, domenica la meno blasonata ma altrettanto letale Catania gli ha sottratto la panchina della Samp. A Genova arriva Delio Rossi che sabato debutta contro Claudio Lotito. Cosmi lascia il Siena, al suo posto Giuseppe Iachini esonerato proprio dalla Samp a luglio per fare posto a Ciro Ferrara.
Fumi di mercato. Didier Drogba non riceve lo stipendio da due mesi e sta studiando la formula più semplice per rompere con i cinesi dello Shanghai. I pesanti contratti pubblicitari che ha firmato non sono sotto l'egida della Fifa, quindi meno complicati da rescindere. La Juventus pare abbia trovato un accordo da gennaio a giugno 2014 per 5,5 mln. L'ivoriano ha dichiarato che la sua priorità sarebbe tornare al Chelsea. Hugo Campagnaro non rinnova, Mazzarri gli preferisce Gamberini, potrebbe aggiungersi alla colonia argentina in nerazzurro, lo scambio con Matias Silvestre è una trattativa aperta. L'Inter cerca un vice Milito. Mauricio Pinilla del Cagliari sarebbe un ritorno, l'Inter lo portò in Italia nel 2003 dall'Universidad de Chile. Attenzione a Victor Andrade del Santos, 17 anni con clausola rescissoria di 50 mln. Ma questa non è una cosa seria.

Commenti

robylella

Mar, 18/12/2012 - 11:31

Pato andava ceduto quando vi erano le mega offerte! Se pato, il ragazzino viziatissimo, se ne andasse sarebbero solo benefici per il Milan! Se poi anche con Robinho si riuscisse a fare cassa, si potrebbe puntare alla rinascita del Milan! Lucio? Sempre stato sopravalutato! Coi gobbi ha trovato la fine che meritava! Basta con questi stranieri strapagati!

MMARTILA

Mar, 18/12/2012 - 13:25

Good bye...a non rivedervi, tanto per quel che rendete in campo....

handy13

Mar, 18/12/2012 - 14:01

...Berlusconi o la Barbara ancora una volta faranno la scelta sbagliata,..come è successo negli ultimi anni...e si terranno un giocatore insignificante x il Milan, mentre manca ancora un vero centravanti alla squadra..!!!!!

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 18/12/2012 - 16:53

I gobbi pensavano di essere furbi e si sono presi e strapagati un giocatore cotto finito, tanto per far dispetto all'Inter. Stile juve.....