Maradona ricoverato: "Ma non per coronavirus"

L'ex Pibe de Oro portato in ospedale "per accertamenti". Ma sarebbe risultato negativo al tampone per il Covid. I media: "Sta male per la pandemia e la morte del cognato"

Maradona ricoverato: "Ma non per coronavirus"

Paura per Diego Armando Maradona che è stato ricoveraro all'Instituto Ipensa, una clinica di La Plata (Argentina). Secondo quanto riporta "Olè", l'ex Pibe de Oro non avrebbe contratto il coronavirus - per il quale i tamponi hanno dato esito negativo - e non si tratterebbe di un ricovero d'urgenza, ma solo di accertamenti.

L'ex calciatore - attuale allenatore di Gimnasia ed Esgrima La Plata - era apparso in pubblico l'ultima volta venerdì scorso, quando è comparso proprio sul campo del Gimnasia poco prima della gara contro il Patronato. In quell'occasione aveva ricevuto l'omaggio per il suo 60esimo compleanno ed era sembrato piuttosto debilitato, con difficoltà deambulatorie tanto che c'erano due persone che lo aiutavano a camminare e che non è rimasto a vedere la partita.

I media argentini sostengono inoltre che non si tratterebbe di una questione fisica: Maradona si si sarebbe svegliato con dolori allo stomaco e nessuna voglia di mangiare. Per questo il suo medico personale, Leopoldo Luque, ha deciso di portarlo in ospedale per sottoporlo ad accertamenti. Persone vicine all'ex Pibe de Oro sostengono che sia particolarmente triste per non aver potuto festeggiare il compleanno con tutti i suoi figli. E che la morte del cognato, Raul Machuca, per coronavirus abbia fatto contribuito ad abbattere il morale dell'ex calciatore. Inoltre soffrirebbe il fatto di non riuscire ancora ad abituarsi alla protesi che gli è stata impiantata nel ginocchio.

Commenti