Mondiali di nuoto, un'altra medaglia: Martinenghi d'argento nei 50 metri rana

Martinenghi ha sfiorato l'oro nei 50 metri rana ma si è dovuto "accontentare" dell'argento dietro all'americano Finke che l'ha beffato di soli 3 centesimi

Mondiali di nuoto, un'altra medaglia: Martinenghi d'argento nei 50 metri rana

Dopo l'oro conquistato nei 100 metri rana, Nicolò Martinenghi ha vinto un'altra medaglia, questa volta d'argento, ai mondiali. L'oro è stato conquistato dall'americano Nic Finke di un soffio davanti all'azzurro, terzo l'altro statunitense Michael Andrew, quinto l'altro azzurro Simone Cerasuolo. 26"48 il tempo di Martinenghi, il suo record personale è di 26"39). 26"45, il tempo dell'americano ben al di sotto dunque del record del mondo del nuotatore azzurro che ha dichiarato di avere l'amaro in bocca per essere partito non alla grande in batteria perdendo di fatto la possibilità di prendersi un altro oro.

Contento a metà

Martinenghi ha commentato così la medaglia d'argento ai microfoni di Sky Sport: "Questo argento ha due sapori: dolce per il podio, amaro perché ho sbagliato la partenza e ho lasciato i centesimi che probabilmente mi avrebbero consentito di vincere. Sono comunque contento per essermi avvicinato al personale e per la medaglia per cui avrei firmato cento volte alla vigilia del mondiale. Però adesso che ho assaporato l’oro e non intendo più accontentarmi”.

Il medagliere azzurro si arricchisce anche di un bronzo, conquistato dal team tech di nuoto sincronizzato con 91.0191 punti (27.3000 per l’esecuzione, 27.5000 per l’impressione artistica e 36.2191 per gli elementi) dietro soltanto alla Cina, già vice campionessa mondiale in Corea, e al Giappone, che a Gwangju era finito quarto. Salgono così a quota 11 le medaglie dell’Italia del sincro ai campionati del mondo, la prima con la squadra, e va ad eguagliare il numero di metalli pregiati conquistati nell’edizione precedente. Medaglia numero 8 per l'Italia nella spedizione in terra bulgara.

Commenti