Pirlo svela un retroscena: "È svenuto dopo la partita col Porto..."

Andrea Pirlo ha parlato dei problemi di formazione avuti nella sfida di Champions contro il Porto: "Appena finita la partita si è dovuto sdraiare, ha avuto uno svenimento"

La Juventus ha perso male contro il Porto in Champions League e al termine del match Andrea Pirlo non ha cercato scuse ai microfoni di Sky Sport: "L'approccio è stato sbagliato dopo il primo minuto e dopo un gol così è subentrata la paura e la mancanza di certezze". Il tecnico bianconero ha poi continuato: "L'avevamo preparata bene e questo non era l'atteggiamento che volevamo imporre alla gara. Però quando prendi gol dopo un minuto diventa tutto più difficile".

Problemi di formazione e lo svenimento

Pirlo ha dovuto affrontare diversi problemi di formazione con i forfait di Juan Cuadrado, Leonardo Bonucci e Arthur oltre a quello dell'ormai lungodegente Paulo Dybala: "De Ligt ha avuto solo un crampo fortunatamente, Chiellini invece ha avuto un risentimento al polpaccio. Eravamo un po' incerottati, ma dobbiamo ora dobbiamo cercare di recuperare", l'arringa difensiva di Pirlo che ha poi svelato un retroscena sulle condizioni di Alvaro Morata subentrato nel finale di partita a Kulusevski: "Morata non stava bene, è qualche giorno che non è al meglio. Da quando è rientrato dall'influenza non si è più ripreso, è entrato nel momento del bisogno, ma appena finita la partita si è dovuto sdraiare, ha avuto uno svenimento, è stato male, era un po' al limite".

Fiducia per il ritorno

La Juventus giocherà il 9 marzo il ritorno all'Allianz Stadium con il gol siglato da Federico Chiesa che peserà come un macigno, in favore dei binaconeri, per la qualificazione ai quarti di finale di Champions. Pirlo lo sa ma sa anche bene che l'approccio alla sfida dovrà essere differente: "Fortunatamente siamo riusciti a rimettere in pista la qualificazione con il gol di Chiesa e adesso ci concentriamo sul ritorno. La stanchezza c'è dopo tante partite impegnative, mantenere lo stesso ritmo, lo stesso livello di attenzione. Però quando giochi un ottavo di finale a eliminazione diretta questo non dovrebbe mai succedere".

Cristiano Ronaldo si è poi lamentato per un rigore non concesso al minuto 94 per un presunto fallo commesso ai suoi danni da Zaidu che ha scatenato l'ira del portoghese nei confronti dell'arbitro Del Cerro. Anche Pirlo si è schierato dalla parte del suo giocatore in conferenza stampa: "È un episodio che pesa. L’arbitro ci ha dato una spiegazione tutta sua dicendo che la partita era praticamente finita. Ma era rigore netto, bisognava avere il coraggio di andarlo a rivedere".

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.