Sport

Rivoluzione Juve: Agnelli alla Ferrari, Nedved nuovo Presidente

E' Moggi a lanciare l'ipotesi di un clamoroso, ma non fantascientifico, rimescolamento in casa Juventus. Andrea Agnelli pronto a raccogliere l'eredità di Montezemolo e Nedved promosso a Presidente bianconero. E in giro c'è Del Piero..

Successione in casa bianconera tra Agnelli e Nedved
Successione in casa bianconera tra Agnelli e Nedved

Moggi si sa, è profondo conoscitore delle cose juventine, pur non essendo più parte di quello che attualmente è l'universo bianconero. Tuttavia l'indiscrezione che ha rilanciato tramite la rubrica che tiene su "Libero" ha del clamoroso. Pare infatti che sia in vista un clamoroso cambio al vertice. La certezza gli sarebbe venuta dall'aver visto, durante il match sabato ha visto la Juve vincere in casa del Milan, Andrea Agnelli che parlava fitto con Marotta e Nedved.

Ciò, unito al fatto che stanno sempre più insistentemente circolando voci riguardo al fatto che Marchionne, appena arrivato al vertice della Ferrari, starebbe riflettendo sul fatto che per rilanciare la casa automobilistica di Maranello non vi sarebbe uomo migliore dell'attuale Presidente della Juve, ha portato Moggi a fare il classico "2+2". Secondo Moggi l'uomo scelto dall'Ad Fiat per raccogliere l'eredità di Andrea Agnelli al vertice della squadra bianconera sarebbe Pavel Nedved: una scelta che scalderebbe i cuori dei tifosi e che non andrebbe a mutare gli equlibri in seno alla Società, dando al contempo alla Ferrari una guida carismatica come quella di Andrea Agnelli, il quale porterebbe a Maranello la sua voglia di primeggiare e le sue capacità manageriali.

Al momento non sono ancora giunte conferme da Corso Galileo Ferraris, ma il fatto che al contempo non siano nemmeno giunte smentite fa pensare che probabilmente qualcosa di vero vi sia. Quel che è certo è che se l'ex "furia ceca" incarna lo spirito della Juve e Agnelli alla Ferrari porterebbe una ventata di freschezza, anche se bisogna capire se un altro cambio nel quadro dirigenziale della scuderia sarebbe ben assorbito dall'ambiente. Ad ogni modo non resta che aspettare, per capire se Moggi avrà avuto ragione,non trascurando inoltre su come Del Piero sia sempre (parentersi indiana a parte) più libero. L'ex capitano un altro tassello del prossimo puzzle juventino?

Commenti