Serie A, Chievo-Empoli 1-1

Al Bentegodi, Tonelli ripara alla rete di Paloschi, ma i toscani sono in frenata dopo tre vittorie esterne consecutive

Serie A, Chievo-Empoli 1-1

Un tempo e un gol per parte e tutti - o quasi - contenti. Il Chievo che entra nella parte sinistra della classifica e l'Empoli che si conferma a ridosso della zona Europa.

Il grimaldello di Maran per scardinare un Empoli inizialmente poco incisivo ha due facce, quelle di Paloschi - sempre pericoloso ed autore del gol che ha sbloccato la gara - e di Birsa, motorino perpetuo che ha infilato spesso e volentieri la retroguardia ospite per i 42' in cui è rimasto in campo prima di uscire infortunato ma il bel primo tempo clivense non trova conferme nella ripresa.

Con Maccarone e Pucciarelli isolati e mai serviti, l'Empoli inizia male ma si riprende strada facendo. Bastano sette minuti al Chievo per passare in vantaggio. Traversone da sinistra di Pepe, Paloschi vede fuori posizione Skorupski e lo supera di testa. La replica di Maccarone resterà per tutto il primo tempo la sola occasione empolese fino al 45' quando un colpo di testa di Krunic termina fuori in mischia su assist di Castro, mentre il Chievo prima dell'intervallo ha l'occasione di raddoppiare diverse volte.

Nella ripresa però cambia subito tutto: sugli sviluppi di un angolo è Tonelli ad indovinare la zampata giusta per il gol del pari con un tap-in dopo la parata di Bizzarri sulla conclusione di Zielinski. Lo stesso giocatore che ha anche la palla del raddoppio al 19' ma manda fuori. Le squadre appaiono stanche e la gara vive di fiammate estemporanee con due occasioni del Chievo nel finale, con Castro e Inglese ma il risultato non cambia: finisce 1-1 ed è il risultato più giusto.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti