Conte irritato in diretta tv: "Che parole dite? Vi sbagliate..."

Antonio Conte è parso soddisfatto e rilassato al termine di Benevento-Inter ma ha riservato comunque una stoccata ai giornalisti di Sky: "Io alla società non ho chiesto nulla, non inventate le cose"

L'Inter di Antonio Conte ha vinto con un netto 5-2 sul campo del Benevento di Filippo Inzaghi spazzato via dalla forza d'urto dei nerazzurri che ci hanno messo 28 minuti per archiviare la pratica. La doppietta di Romelu Lukaku e il gol di Roberto Gagliardini hanno subito messo in discesa la strada per gli ospiti che hanno dominato in lungo e in largo proponendo un gioco divertente e a tratti devestante. Unica nota stonata la difesa che è un po' da registrare avendo subito l'Inter già 5 reti in due partite tra la sfida con la Fiorentina e quella con i campani di ieri pomeriggio.

Il siluro di Conte

Il tecnico dell'Inter è sembrato a tutti diverso in questa prima parte di stagione, più riflessivo, meno focoso e più rilassato. Durante l'intervista a Sky Sport, però, l'ex ct della nazionale italiana ha trovato il modo per infervorarsi di fronte ad alcune dichiarazioni in studio che non gli hanno fatto piacere: "Io avrei chiesto prudenza alla società nei proclami? Non inventate cose che non stanno né in cielo né in terra, non ho chiesto nulla. Non mettetemi parole in bocca che non ho detto, vi sbagliate al 200%”", la puntare di Conte ai giornalisti che non hanno potuto far altro che incassare la bordata da parte del tecnico salentino.

Felicità nerazzurra

Conte, come fatto dopo la sfida contro la Fiorentina vinta in rimonta per 4-3, ha elogiato i suoi ragazzi per il calcio proposto contro il Benevento: "La soddisfazione migliore per un allenatore è vedere che non cambia l’idea di gioco al di là degli interpreti. Questa è una squadra che gioca a calcio, che attacca e crea tante situazioni", anche perché l'ex allenatore di Chelsea e Juventus ha cambiato ben sette uomini rispetto al match giocato contro i viola nel primo turno di campionato.

"A volte i gol li prendiamo, dobbiamo lavorare di più sull’equilibrio. Sono l’allenatore e mi diverto a veder giocare questa squadra così. Ci troviamo il lavoro di base di un anno, è l’eredità più importante dello scorso anno. Siamo intervenuti cambiando sistema, giocando col trequartista o col vertice basso nella stessa partita. Bravi i ragazzi perché il Benevento veniva da una vittoria in casa della Sampdoria, c’è stata voglia e determinazione. La strada è lunga e c’è tanto da lavorare", il commento tecnico da parte dell'allenatore dell'Inter.

Chiusura dedicata al big match di domenica sera tra la Juventus di Andrea Pirlo e il Napioli di Gennaro Gattuso: "Se guarderò Juventus-Napoli? Me la godrò in tv, lascio stare la Juve, ma si sta sottovalutando molto il Napoli. È un’ottima squadra, è tra le favorite per lo scudetto. Ha un organico e un bravissimo allenatore che renderà difficile la vita a tutti. Che vinca il migliore", il Conte pensiero in merito alle sfidanti per lo scudetto.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.