Da Superga alla tragedia del Chapecoense: quanti disastri aerei nel mondo dello sport

Il disastro aereo della squadra brasiliana del Chapecoense, purtroppo, non è l'unico nella storia del calcio. Da Superga a Monaco di Baviera sono tante le tragedie

Da Superga alla tragedia del Chapecoense: quanti disastri aerei nel mondo dello sport

Il disastro aereo che ha colpito la squadra brasiliana del Chapecoense, purtroppo, non è stato l'unico che ha colpito il mondo del calcio negli anni. Il club carioca si stava recando in Colombia per giocare la finale di Copa Sudamericana ma l'aereo non è mai arrivato a destinazione ed è precipato proprio mentre si stava avvicinando all'aeroporto José Maria Cordoba alle ore 10 locali, le 4 in Italia. Su 81 persone a bordo, 72 tra staff e giornalisti e 9 membri dell'equipaggio, ne sono morte ben 76. L'incidente avvenuto in Colombia fa tornare indietro di ben 67 anni, al 4 maggio 1949, quando l'aereo che stava riportando in Italia il Grande Torino di Valentino Mazzola si schiantò contro il terrapieno della basilica di Superga. I granata stavano tornando dall'amichevole disputat contro il Benfica e nell'incidente morirono tutti e 31 i passeggeri a bordo: l'intera squadra, l'equipaggio, gli accompagnatori e tre celebri giornalisti sportivi.

9 anni dopo dal disastro di Superga, il 6 febbraio del 1958, precipitò un altro aereo sulla pista dell'aeroporto di Monaco di Baviera. Il volo charter stava riportando in Inghilterra il Manchester United, reduce da una partita di Coppa dei Campioni giocata a Belgrado contro la Stella Rossa. L'aereo, che fece scalo a Monaco di Baviera, al suo terzo tentativo di decollo si schiantò contro un edificio e nell'incidente persero la vita 24 dei 38 passeggeri e tra i sopravvissuti ci fu grande Sir Bobby Charlton che ha poi fatto la storia dei Red Devils e della nazionale inglese. Nel 1960 otto calciatori della nazionale olimpica danese persero la vita in un terribile incidente all'aeroporto di Kastrup, in Danimarca, mentre nel 1979 nello scontro tra due aerei tra Minsk e Tashkent morirono 178 persone, tra queste 17 componenti della squadra uzbekha del Tashkent. Il 27 aprile del 1993, invece, l'aereo dello Zambia diretto in Senegal precipitò in mare poco dopo il decollo da Libreville, in Gabon: morirono tutte e 30 le persone a bordo, tra queste tutti i membri della nazionale di calcio dello Zambia.

Quello del Chapecoense non è l'unico disastro aereo in Sudamerica visto che nel 1987 morirono 16 calciatori dell'Alianza Lima, una delle principali formazioni del calcio peruviano. Il 3 aprile del 1962 tutta la squdra cilena del Green Cross morì in un bruttissimo incidente sulla Cordigliera delle Ande: l'aereo andò a schiantarsi contro una montagna. Infine, il 26 settembre del 1969 un aereo con a bordo i calciatori della squadra boliviana The Strongest si schiantò a 70 km a sud est della capitale La Paz: morirono 74 persone, tra cui 17 calciatori.

Commenti