Tempesta Inter sul Sassuolo: altro 7-0 con Icardi mattatore

Stessa spiaggia stesso mare... questa volta per il Sassuolo cambia scenario ma non risultato, 0-7. Splendida Inter e per la banda Di Francesco nuovamente una scoppola d'altri tempi

Nel 7-0 interista, Icardi ne segna 3
Nel 7-0 interista, Icardi ne segna 3

Quello che è certo è che chi ha puntato qualcosa su un risultato identico a quello di un anno fa ha vinto una cifra altissima. Si, perchè nessuno avrebbe potuto pensare che a distanza di un anno l'Inter avrebbe nuovamente vinto per 7 a 0 contro il Sassuolo.

Insomma, interpreti diversi, situazioni diverse, ma cambiando i fattori il risultato non cambia. Un anno fa il 7 a 0 arrivò in Emilia e di quell'Inter non è rimasto praticamente nulla, ma il tabellino di oggi parla chiaro:Nerazzurri devastanti e Sassuolo non sceso in campo. Se, però, i tifosi emiliani sperano che questa scoppola tremenda porti la squadra a reagire e a fare un buon campionato come successe l'anno scorso, quelli interisti si augurano che il futuro non sia nero come quello che un anno fa attendeva l'Inter dopo quella scorpacciata: da quella partita fu infatti un continuo abbassamento dell'asticella degli obiettivi e la stagione si trascinò stancamente fino alla qualificazione all'Europa League, obiettivo che ad inizio stagione non era stato nemmeno preso in considerazione come tale dalla società, a quel tempo ancora in mano a Moratti ma in procinto di passare a Thohir.

Dopo neanche 180 secondi l'Inter si è ritrovata avanti. A segnare è stato Icardi (mattatore di giornata con tre goal), che è stato lesto ad approfittare di una deviazione di Ariaudio sul tiro di Kovacic e a battere Consigli al secondo tentativo, dopo che il portiere degli Emiliani gli aveva respinto il primo tiro. Il Sassuolo, che poco prima del 20° ha dovuto sostituire Vrsaljko, fin lì molto positivo, ha imbastito un tentativo di reazione e quando stava cominciando a prendere campo è stato trafitto per la seconda volta: Osvaldo ha capitalizzato al massimo un tacco di Icardi e ha servito l'accorente Kovacic, che ha messo alle spalle di Consigli. L'undici di Di Francesco ha accusato il colpo e al 29° si è ritrovato sotto per 3 a 0: Icardi, ottimamente servito da Hernanes, ha tirato dal limite dell'area e ha insaccato senza problemi, vista anche la copertura inesistente della difesa emiliana. Zaza e Berardi hanno provato senza fortuna qualche spunto personale e dopo alcune magie di Kovacic, a due minuti dal riposo è arrivato il 4 a 0 dell'Inter: a firmarlo Osvaldo, che ha ribadito in rete dopo una doppia parata di Consigli su Dodò.

Nella ripresa Di Francesco si è giocato la carta Taider al posto di Missiroli, ma al 52° Icardi ha trovato il 5 a 0 con un tiro di prima intenzione dal limite su splendida imbucata di Kovacic. A questo punto a Berardi devono essere saltati i nervi, perchè al 60° si è fatto espellere per una gomitata a Juan Jesus a centrocampo: gesto che conferma la fragilità caratteriale di questo talento del nostro calcio. Dopo alcuni cambi operati dai due tecnici, tra cui quello di Kovacic (ovazione per lui) per Guarin, al 73° è arrivato il gol del 6 a 0 e a firmarlo è stato Osvaldo. Hernanes ha innescato l'azione servendo Guarin in area, con il Colombiano che invece di cercare la gloria personale ha servito Osvaldo, per cui insaccare è stato un gioco da ragazzi. L'appuntamento con il goal per il colombiano è stato però rinviato di soli due minuti, perchè al 75°, con un suo bolide dalla lunga distanza, è arrivato il 7 a 0 interista. A questo punto l'Inter ha tirato i remi in barca e ha atteso la fine del match per andare poi a fare festa con i propri sostenitori, per il Sassuolo e i suoi ragazzi azzurri un brusco risveglio, per diventare grandi occorre tanta, tanta continuità

Commenti