Stadio Ferraris Genoa, grande festa di fine anno della scuola calcio

Stadio Luigi Ferraris: è qui la festa. Da una parte i ragazzi della Primavera campione d'Italia con il tecnico Luca Chiappino, dall'altra i campioni (si spera) di domani, vale a dire tutte le leve della scuola calcio Barabino & Partners del Genoa invitate ieri all'happening di fine anno. Un anno da ricordare per il settore giovanile della società rossoblù, culminato con la conquista del primo scudetto di categoria. Tutti i ragazzi presenti alla festa hanno ricevuto una lettera scritta da Enrico Preziosi: «Siate orgogliosi di indossare questa maglia». Tante le novità per la prossima stagione: l'abbassamento della leva d'ingresso al 2003, la possibilità di seguire sul sito della scuola calcio le partite più importanti del campionato, l'ampliamento del progetto Genoa Future football oltre i confini regionali. Inoltre i ragazzi della scuola calcio indosseranno l'abbigliamento ufficiale della prima squadra. I riconoscimenti per il settore giovanile arrivano anche dalla Germania, dove la leva '99 ha appena conquistato un prestigioso ottavo posto (su 48 partecipanti) al torneo Mc Donald's cup, disputatosi a Brema. I giovanissimi regionali, invece, si sono piazzati secondi al trofeo Manlio Selis in Sardegna. Piccoli campioni crescono e sognano di ripercorrere le orme di Mimmo Criscito, primo rossoblù a giocare in un Mondiale. Già Criscito. Il summit tra Fabrizio Preziosi e Marotta non ha risolto il dilemma. Va o resta? Genoa e Juve sono d'accordo per lasciare lui e Palladino a Genova, in cambio di Bonucci. Criscito, il cui contratto scade nel 2012, ha sparato alto (1,4 milioni). La società teme che ci sia dietro l'Inter. Il Genoa alzerà l'offerta per Mimmo, ma fino a che punto non è dato sapere. Potrebbe essere Mesto e non Sculli, che rinnoverà a giorni il contratto, la chiave per arrivare a Matteo Brighi.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti