Un successo il vertice di Sarkò È pace con l’ex moglie Cecilia

A TAVOLA Pranzo del presidente e della Bruni con la precedente consorte e il suo compagno

Un successo il vertice di Sarkò È pace con l’ex moglie Cecilia

Le sessioni di discussione all'Onu possono essere pesanti, ed è opportuno essere in forma e allenati. Ma ci sono cose che richiedono ancora più fatica e allenamento, come fare pace con l'ex moglie. Nicolas Sarkozy, ieri, è riuscito a fare entrambe le cose, e anche a concedersi il suo jogging mattutino, girando attorno a Central Park e arrivando per pranzo, assieme alla moglie Carla Bruni, dove nessuno si sarebbe aspettato di vederli andare: la casa di Richard Attias, il compagno dell'ex moglie Cecilia, che abita sulla 71ª strada. Un pranzo a quattro davvero inusuale: lui, la nuova moglie, l'ex moglie, l'ex amante ora compagno di lei. Se non fosse vero e non avesse lasciato sbalorditi i media americani, potrebbe quasi essere la trama di un film comico italiano degli anni '80.
D'altra parte, la storia di Cecilia e Sarkozy, è sempre stata inconsueta. Divorziati due anni fa, con una procedura durata solo tre mesi, i due sono stati assieme fra fortune alterne più di vent'anni. E fin dal primo incontro, nel 1984, c'è stato poco di usuale: lei, nata come valletta, si stava per sposare per la prima volta, con il presentatore Jacques Martin. Lui, già sposato e sindaco di Neuilly-sur-Seine, poco fuori Parigi, officia il matrimonio, la vede e se ne innamora. Piccolo particolare, anche il Sarkozy-sindaco era già sposato. Passano cinque anni, e finalmente i due iniziano la loro relazione, che culminerà nel matrimonio del 1996. Tutto bene, o quasi, fino al 2005, quando ci sono le prime crepe. Principale indiziato, e in realtà anche colpevole, il pubblicitario Richard Attias, un big del mondo degli spot con clienti di prima fascia: e così Cecilia abbandona il tetto coniugale, che all'epoca ancora non era l'Eliseo, per scapparsene nella Grande Mela.
Poi, come racconta l'ex Premiere Dame in un libro, il ritorno da Sarkozy, ormai impegnato nelle presidenziali: da un lato la volontà di non metterlo in difficoltà, dall'altro la volontà di non lasciare nulla di intentato. Tutto rinsaldato, grazie anche alla vittoria del marito, fino alle vacanze del 2007, quando, dopo i primi scricchiolii, Cecilia «marina» all'ultimo momento una grigliata a casa Bush: una circostanza che porrà fine al loro rapporto e che darà il via all'iter per il rapidissimo divorzio. Che, stando alle indiscrezioni, ha visto un Sarkozy indispettito condurre una guerra sotterranea a quel Richard Attias da cui era tornata la moglie, nel tentativo di fargli perdere contratti e clienti.
Passano appena quattro mesi e Sarkò convola a nozze con la Bruni, mentre l'ex Première Dame si risposa col pubblicitario newyorkese, mentre fra i due - ormai diventati quattro - rimane il gelo.
Ieri, in una giornata in cui doveva "solamente" parlare all'Assemblea generale dell'Onu e rispondere per una buona mezz'ora alle domande dei giornalisti francesi al telegiornale delle 20, mentre la Bruni doveva partecipare ad un incontro del Fondo mondiale per la lotta all'Aids, Sarkozy ha trovato il tempo per un altro meeting. Da dedicare alla pace della sua «famiglia allargata», suggellata dal pranzo con Cecilia e Richard.