Un «tesoretto» mezzo congelato

Il 5 per mille ha premiato nel 2006 20.532 associazioni con 328,9 milioni di euro. Ma 16 milioni di euro, frutto della beneficenza degli italiani, rimangono congelati nelle casse dello Stato dallo stesso anno. Secondo gli unici dati definitivi dell’Agenzia delle entrate, relativi appunto a tre anni fa, 7.720 associazioni sono state escluse dal diritto di beneficiare di una parte di gettito Irpef dei cittadini. Di queste, 5.609 per «mancanza o tardiva presentazione della documentazione» e 2.111 per «mancanza di requisiti». A queste quasi 8.000 associazioni gli italiani avevano versato complessivamente 16,3 milioni di euro.
A dicembre 2008 una sanatoria «eccezionale» del governo riapriva i termini per gli esclusi «formali». Ma i risultati non sono stati quelli sperati: sulle 5.609 associazioni ritardatarie o distratte solo 1.400 si sono re-iscritte alle quote del 5xmille 2006. Le stime dei fondi e il censimento sono ancora in corso ma di quei 16 milioni congelati circa 10 potrebbero essere accantonati di nuovo.
Nel 2009 hanno fatto domanda per ricevere il 5xmille 31.849 enti di volontariato, 421 enti di ricerca, 93 enti di salute e 5.855 associazioni sportive dilettantistiche.

Commenti

Grazie per il tuo commento