Tutti a tavola in Alta Badia, ma in silenzio

Michil Costa è un albergatore, ristoratore e cantiniere tra i migliori d'Italia. Ladino, il suo regno è a Corvara (Bolzano) dove, sotto il tetto dell'hotel la Perla, ritroviamo la Stua de Michil e la più grande collezione di vino Sassicaia. Michil ha una regola che ora vuole condividere con amici e clienti: il rispetto del silenzio. Ogni lunedì si isola e tutto quello che fa, lo fa senza parlare. Sarà così il prossimo fine-settimana: «Il 19 settembre celebrerò la prima giornata del Silenzio. È un esperimento, non si sa quindi cosa potrà succedere... Non abbiamo la presunzione di voler insegnare qualcosa a qualcuno, non siamo un convento e non vogliamo diventarlo. Vogliamo solo porre l'attenzione sulla bellezza del Silenzio, la musica più sublime. Ci saranno delle performance artistiche. Ad esempio, il musicista Paolo Tomada comporrà delle musiche giocando a dadi, tutto frutto della causalità e i film proiettati saranno muti».
La serata inizierà alle ore 19 alla Perla con una vernissage dell'artista Walter Moroder. Con discorso silenzioso, logico. L’indomani, domenica 20, ci saranno dei momenti di meditazione alle cascate del Pisciadù, raggiunte a piedi, seguendo il pifferaio magico con il suo flauto. La cena del sabato, chef Arturo Spicocchi, sarà parte a buffet e parte servita (a 65 tutto compreso). I vini alla cieca. Chi indovinerà il vitigno riceverà in premio un Sassicaia. Info al numero 0471.831000.

Commenti

Grazie per il tuo commento