Il Vittoriale celebra D’Annunzio con mostre e inediti

Lettere e testamenti del Vate, oltre a un convegno organizzato dalla Fondazione presieduta da

Il Vittoriale celebra D’Annunzio con mostre e inediti

Forse è stata l’unica città nella storia a essere governata da un poeta e con strumenti poetici. E che poeta: Gabriele D’Annunzio. Se ne potrà discutere lunedì prossimo durante il convegno «Fiume, 90 anni dopo», in occasione del quale verrà anche presentato - dal presidente in carica Giordano Bruno Guerri - il nuovo programma strutturale e culturale della Fondazione Vittoriale degli Italiani. «Come primo passo - ha spiegato Guerri - il Vittoriale, fino ad oggi comunque in attivo e mai di peso sui conti pubblici, si trasformerà da Fondazione pubblica in una Fondazione di diritto privato, di modo da potersi avvalere della partecipazione di privati nell’organizzazione di progetti culturali di spirito dannunziano». Sempre lunedì ci saranno il saluto del sindaco di Gardone Riviera e la presentazione di una nuova guida del Vittoriale e dei nuovi Quaderni del Vittoriale, mentre Antonio Benedetto Spada, in rappresentanza della Fondazione Cab, depositerà presso gli archivi del Vittoriale due importanti lotti di documenti inediti provenienti dall’eredità di Luisa Baccara: si tratta della corrispondenza fra D’Annunzio e la donna, ma anche di testamenti inediti del poeta, stesi all’epoca dell’impresa di Fiume, e di numerose fotografie. A proposito di fotografie, verrà inoltre inaugurata una mostra di foto e documenti fiumani e l’esposizione di abiti e accessori della Baccara. Tutto questo in mattinata. Nel pomeriggio, invece, all’impresa di Fiume verranno dedicate diverse relazioni: «Gli archivi fiumani del Vittoriale: una nuova base per la ricerca storica» di Giuseppina Caldera, «Le sang d’un poète. L’impresa fiumana nella stampa francese e inglese» di Maurizio Serra, «Nitti, Giolitti e la questione di Fiume» di Giuseppe Parlato, «Orditure e trame politiche a Fiume» di Lucio Villari. A conclusione, un dibattito con Ernesto Galli della Loggia, membro del Comitato scientifico del Vittoriale, e proiezione, nell’Auditorium, di un raro filmato sull'impresa di Fiume. Nell’anfiteatro all’aperto, invece - in seguito alla collaborazione con artisti contemporanei inaugurata dal presidente Giordano Bruno Guerri - si potrà ammirare l’installazione (un’altissima scultura lignea) di Duilio Forte. Tutte le informazioni su questa giornata tutta dannunziana su www.vittoriale.it