Volvo Car Credit offre ai clienti soluzioni finanziarie «premium»

Findomestic e Arval partner dell'accordo. Il noleggio ai privati

Alberto Vita

Un accordo tra colossi, quello che ha portato Volvo a dotarsi di una serie di nuovi strumenti finanziari per rendere più facile alle aziende e agli utenti finali accedere al suo mondo. Grazie a Findomestic e Arval, entrambe società del Gruppo Bnp Paribas, nasce infatti Volvo Car Credit, «una collaborazione che è qualcosa in più; noi la definiamo una Virtual Jv, con una governance integrata, ovvero un board, un comitato marketing, un comitato rischi, e altri servizi trasversali alle tre aziende», afferma il presidente di Volvo Car Italia, Michele Crisci, che sottolinea come un «brand premium come il nostro ha deciso di lanciare soluzioni finanziare premium». L'obiettivo è quello di conquistare nuovi clienti, ma anche di «mantenere i nostri, che hanno un tasso di fedeltà tra i più alti del settore; con il 60% appannaggio delle flotte, dove spesso la sicurezza del driver, dove Volvo è innegabilmente all'avanguardia, conta nella scelta delle auto da inserire nella car list. Magari anche a un costo leggermente maggiore. E qui entrano in campo i nuovi sistemi finanziari messi a punto dalla «virtual Jv»: «Per noi la sicurezza non è un optional, ma una responsabilità sociale, anche se costa un po' di più», commenta Crisci. Strumenti che vanno «dal Volvo car Classic tradizionale al Freeplan, che permette di sospendere o di cambiare le rate quando vuole il cliente - spiega Jany Gerometta, direttore generale di Findomestic - o, ancora, con il Next by Volvo 2.0, che dà la possibilità di rendere, sostituire o di acquisire l'auto a fine finanziamento. O scegliere quale parte di auto finanziare. Ma naturalmente abbiamo anche la formula di Volvo car lease». Il tutto gestito grazie alla conoscenza del mercato di Arval, che con Volvo Car Credit si lancia anche sul noleggio ai privati.

«A oggi è un servizio che facciamo solo con Volvo. Per noi questo è anche un laboratorio. Anche se per i concessionari abbiamo creato soluzioni facili da proporre per tutti i clienti; dai privati alle Pmi o alle grandi aziende», aggiunge il direttore generale di Arval, Grégoire Chové.

Commenti