Aerei: i passeggeri saranno pesati per risparmiare carburante

Una società di tecnologia britannica ha realizzato un sistema elettronico per pesare i passeggeri al check in e far risparmiare le compagnie aeree sul carburante

Sempre più persone hanno bisogno di viaggiare per via aerea per i tratti a lunga percorrenza e spesso sostenendo spese importanti. In futuro, per questo settore si fa strada un'idea alquanto strana, ma che potrà far risparmiare sul carburante imbarcato. L'idea lanciata da una società di tecnologia britannica è quella di pesare i singoli passeggeri al momento del ceck-in.

Fino a oggi le compagnie aeree facevano una stima totale presumendo un peso di 88 kg per passeggero. Dunque, in questo modo si potrà arrivare a consentire anche 93 Kg per gli uomini e 75 kg per le donne. Ovviamente ogni capitano si regolerà di conseguenza: trasportando un peso minore si potrà imbarcare minore combustibile. Altro aspetto da considerare è il bilanciamento dell'aereo affinché venga assegnato a ogni passeggero il posto migliore a seconda del peso.

Si suppone che adottare queste nuove direttive non sarà facile per nessuna compagnia aerea perché incontreranno le resistenze dei passeggeri. Il sistema con cui potranno essere pesati, adottando la giusta discrezione, è stato illustrato da Nick Brasier, direttore operativo della società start-up Berkshire, Fuel Matrix: "Non stiamo suggerendo che le persone dovrebbero stare in piedi sulla bilancia - ha dichiarato - ma gli aeroporti potrebbero adattarsi ai "cuscinetti a pressione" nell'area di raccolta bagagli di fronte a ciascuno schermo. Dopo che la borsa è stata archiviata, il sistema può chiedere: 'Sta in piedi sul tappetino?'. Se il passeggero tocca "Sì", il peso può essere registrato e passato in modo confidenziale alla compagnia aerea".

Eventualmente potrebbe essere prevista un'altra tipologia di misurazione, al momento del passaggio presso il controllo di sicurezza, quando viene effettuata la scansione del corpo. Una volta raccolti i dati, questi ultimi verranno trattati e poi distrutti dopo l'arrivo dell'aereo presso l'aeroporto di destinazione.

Per come è stato concepito il sistema, ai passeggeri con un peso di un certo rilievo non verrà applicato nessun costo extra. Attualmente si stima che le compagnie aeree spendano circa 200 miliardi di dollari (circa 175 miliardi di euro) ogni anno per il carburante; in questo modo ci potrà essere un risparmio di 1 miliardo di dollari ( circa 875 milioni di euro).

Un migliore bilanciamento dell'aereo, comprende anche la possibilità che l'assegnazione diversa dei posti incontri maggiore resistenza tra i passeggeri delle classi premium rispetto a chi viaggia in economy. Al momento si apprende che, per l'attuazione di questo nuovo sistema, la società Fuel Matrix sia in trattative con un buon numero di compagnie aeree internazionali per i viaggi a lunga percorrenza.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.